Nomina del nuovo commissario per la Sanità in Campania, pressing su Conte

201

“Tra i primi provvedimenti proposti al premier abbiamo indicato la nomina di una commissione d’accesso alla Asl Napoli 1 e la sostituzione dell’attuale commissario ad acta per il piano di rientro (il governatore Vincenzo De Luca, ndr) con una nuova figura commissariale, nel rispetto di una norma fortemente voluta dal Movimento 5 Stelle che ripristina l’incompatibilità tra la carica di commissario e quella di presidente di Regione”. Lo annunciano la consigliera regionale Valeria Ciarambino, i senatori Vilma Moronese, Maria Domenica Castellone e Francesco Castiello, e i deputati Gilda Sportiello, Cosimo Adelizzi e Generoso Maraia, componenti della delegazione del Movimento 5 Stelle che ieri sera a palazzo Chigi ha incontrato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte per discutere della sanità in Campania. “Al presidente Conte – sottolineano – abbiamo illustrato lo stato attuale della sanità regionale, alla luce anche della recente inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli che ha acceso i riflettori sul controllo esercitato dalla camorra su alcuni nosocomi, prospettando la necessità di misure emergenziali urgenti sul modello dei provvedimenti contenuti nel recente Decreto Calabria. Le nostre riflessioni sono state già portate all’attenzione del ministro della Salute Giulia Grillo – assicurano gli esponenti M5S -, che fin dal primo giorno ha mostrato grande attenzione e interesse per le vicende della sanita’ della Campania. Così come è già stata portata all’attenzione del ministero degli Interni l’ipotesi di una commissione d’accesso, attraverso interpellanza urgente presentata alla Camera dal Movimento 5 Stelle”. Il premier “si è riservato di effettuare approfondimenti – fanno sapere – anche in vista delle riunioni dei tavoli tecnici interministeriali programmate per i prossimi giorni”.