Non è facile difendere D’Alema

33

Immagino che non sia simpatico neppure a se stesso. Per di più il grigiore del suo look accentua l’aspetto veterocomunista di cui è l’ultimo interprete. Basta lasciare che parli e si muova, senza aggiungere nulla, perché risulti scostante, nonostante sia ancora il più sapiente di un’epoca che vogliamo tutti, chissà perché, dimenticare. Per quant’è indisponente non merita neppure il tapiro d’oro, che appare insulso e sbiadito, di fronte alla sua alterigia intellettuale. È addirittura latore del messaggio opposto a quello che intende diffondere. Riescono a rivalutarlo, e costringere a corrergli pietosamente in aiuto, gli stupidi, i leccapiedi, chi tenta di essere originale e quelli che lo molestano per la strada col piatto di agnolotti per sfruttarne, poi, le reazioni istintive.

Barricate leghiste contro innocenti

Gli abitanti di Goro sono gli eroi del giorno. In trincea persino alcune mamme. Hanno respinto undici donne e otto bambini. Ma sono neri. Salvini applaude. Il resto del paese se ne vergogna. Quella non è l’Italia. Ma una parte purtroppo considerevole. Sconfitto pure lo stato democratico. Ignari della crudeltà, i bimbi si credono in viaggio per quel mondo migliore senza violenza che li accoglierà a braccia aperte. Da noi, invece, sono già considerati fannulloni e usurpatori, costano troppo, tolgono pane e lavoro ai nostri disoccupati, invadono le città, fanno scappare i turisti. Finora, povere creature, sono vissuti nel terrore. Adesso anche l’umiliazione di un paese libero. Dalla miseria della guerra a quella di uomini e donne senza cuore.

Ecco gli eroi del nostro tempo

Non c’è stato bisogno che dicesse “lei non sa chi sono io”. I vigili non credevano ai propri occhi. Teme uno scherzo anche chi legge incredulo la notizia. Gli hanno ritirato subito la patente. Magari, il prefetto sarà clemente, come sempre con i personaggi famosi, e gliela restituirà. Purtroppo al giorno d’oggi anche i divi deludono. Dovrebbero dare l’esempio, ma, se gli conviene, vanno contromano a rischio di incidenti mortali. È soprattutto per questo che l’Italia stenta a ripartire. Gli investimenti e la buona politica non bastano. Serve la guida da parte di chi è gratificato dalla società. Se no, gli altri sono autorizzati a trasgredire. In questo momento sono in tanti, troppi. La prossima volta portiamo da Obama solo cittadini probi. Non basta vincere l’Oscar per meritarlo.

Quanto costa un guardiano notturno?

Il denaro serve soprattutto per vivere protetti. Ditelo a Dzeko. Magari, si fa guadagnare pure qualcosa a una persona di fiducia che cerca lavoro. E si danno meno problemi alle forze dell’ordine. Certi personaggi del nostro tempo hanno tanti soldi, forse troppi, e non sanno come spenderli. Preferiscono metterli da parte per i ladri. Che, poi, gli svaligiano la casa, con la moglie dentro. Che non ha paura di quella solitudine presaga di aggressione. Che non sa inserire il sistema d’allarme. Ville immense senza una persona di servizio. Come nei film americani, dove, però, c’è l’esigenza della sceneggiatura. Nella pratica, la vigilanza è armata e continua. I nostri nuovi ricchi sembrano d’accordo con la criminalità. Pur di risparmiare.