Non è finita

16

Roma, 4 nov. – (AdnKronos) – Il continua a imperversare su quasi tutte le regioni della penisola. Per domani la Protezione ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse con allerta arancione su parte di Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna e Lazio. È stata inoltre valutata allerta gialla sui settori occidentali del Piemonte, parte di Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia-Romagna e Lazio, oltre che sulla Campania, su alcuni bacini di Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia e sull’intero territorio di Calabria, Sicilia e Sardegna.

L’avviso prevede dalla serata di oggi, domenica 4 novembre, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere temporalesco, su Veneto e Friuli Venezia Giulia. Dalle prime ore di domani, lunedì 5 novembre, si prevede, inoltre, il persistere di precipitazioni, a prevalente carattere temporalesco, su Calabria e Puglia, specie settori ionici. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

La circolazione depressionaria presente sul Mediterraneo, spiega la Protezione civile in una nota, tende a stazionare a ridosso della Sardegna, continuando a far confluire correnti umide ed instabili sull’Italia. Le precipitazioni associate alla depressione, nella giornata di domani, tenderanno ad assumere carattere di persistenza su parti delle aree alpine e pedemontane, mentre il Centro-Sud sarà ancora interessato da attività temporalesca.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).