Non trovi l’anima gemella? Il problema non sei tu, e i numeri sanno il perchè!

24

Quante persone straordinarie conosciamo che sono inaspettatamente single, e ci chiediamo come mai? Di solito le prime risposte a questo interrogativo riguardo lo status sentimentale è : ” avrà un pessimo carattere, oppure è una persona incontentabile e ostinata a cercare invano l’altra metà della mela, oppure è semplicemente un pò fuori di testa”…. Il che in alcuni casi potrebbe anche essere vero, ma in realtà la vera fonte del problema sono i numeri…. Secondo i dati dell’ ultimo censimento, l’Italia sarebbe il “paese delle donne”  circa 30.688.237, contro 28.745.507 uomini, quindi ci sono 93.7 uomini ogni 100 donne, per intenderci basta pensare ad un gioco che tutti conoscono, quello delle sedie dove si comincia con una sedia  in meno rispetto ai giocatori, in questo caso ce ne sarebbero circa 7 in meno, e siccome la matematica non è un opinione, sta di fatto che ci saranno con certezza 7 donne single su 100. Un altra motivazione allo status di “single ladies” è dovuta sempre ai numeri….. infatti il rapporto Eurostat del 2015 considerando la fascia di popolazione compresa tra i 30 ed i 34 anni, conferma che in Italia solo il 23,9% possiede una laurea, e che nel nostro paese sono più le donne laureate (29,1% ) rispetto agli uomini (18,8%) di conseguenza ecco perché che per la maggior parte delle donne laureate e in carriera sono single. Ci sarebbe però ancora un ulteriore spiegazione a quanto suddetto, e riguarda il profilo psicologico, ossia il fatto che in linea generale, si tende a cercare un coniuge (o compagno) che abbia caratteristiche simili alle nostre come per esempio la razza, la religione, l’istruzione, l’età e così via, aggrappandoci così ad una sorta di schemi  mentali e pregiudizi…. ecco il  perché la ricerca della similitudine può portare alla singletudine….