Normale di Pisa, primo corso di orientamento a Napoli in partnership con la Federico II

67

Prima volta a Napoli di un corso di orientamento universitario organizzato da la Normale in partnership con l’Università Federico II. A parteciparvi 82 studenti delle scuole superiori di tutta Italia, selezionati nei mesi scorsi tra un campione di 1.500 nominativi. I ragazzi assisteranno da sabato 1 a giovedi’ 6 settembre a lezioni tenute da docenti universitari di vari atenei, per avere un’idea più chiara quando tra un anno dovranno scegliere cosa fare da grandi. Il corso di Napoli si svolge nella sede centrale dell’Universita’ Federico II, in corso Umberto I, e rientra nel progetto di collaborazione avviato dalla Normale con l’ateneo napoletano che vedra’ nascere anche un corso di dottorato in astrochimica. Gli studenti provengono da tutte le regioni: 16 dalla Campania, 11 dalla Puglia, 2 dalla Basilicata, 1 dalla Calabria, 6 dalla Sicilia, 2 dalla Sardegna, 1 dal Molise, 2 dall’Abruzzo, 2 dall’Umbria, 1 dalle Marche, 9 dal Lazio, 5 dalla Toscana, 4 dall’Emilia Romagna, 6 dal Piemonte, 5 dalla Lombardia, 3 dal Trentino Alto Adige, 4 dal Veneto, 2 dal Friuli Venezia Giulia. Il corso e’ interamente gratuito per 67 degli 82 studenti. Tredici che hanno fatto richiesta diretta di partecipazione verseranno un contributo per le spese di soggiorno. L’appuntamento partenopeo chiude la serie dei corsi di orientamento dell’anno 2018 che hanno gia’ visto gia’ circa 350 studenti partecipare alle conferenze proposte dalla Normale a Follonica, in provincia di Grosseto, e a Roma, nonche’ ai corsi organizzati, in collaborazione con la Scuola Sant’Anna e lo IUSS, a Pisa, San Miniato e Pavia.
Entrando nel dettaglio del programma, il primo giorno (sabato 1 settembre) dopo i saluti del Prorettore della Federico II Arturo De Vivo, alle 15, il corso di orientamento sarà aperto dagli interventi del direttore della Normale, Vincenzo Barone, relativo al reale e virtuale nelle scienze molecolari, e di Vincenzo Trione, docente allo Iulm di Milano, che si soffermerà sulle arti nella condizione postmediale. La comprensione dell’Universo, l’identificazione delle cellule staminali somatiche e il bosone di Higgs saranno invece gli argomenti principali del secondo giorno, affrontati rispettivamente da Andrea Ferrara (ordinario di Cosmologia presso la Normale), Mario Petrini (ordinario presso il Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Pisa) e Roberto Contino (associato di Fisica teorica presso la Normale). Il 3 settembre sarà il turno di Gaetano Manfredi (docente di Tecnica delle costruzioni e rettore dell’Universita’ Federico II di Napoli), con una lezione sui sistemi resilienti per convivere con le catastrofi; di Glenn Most (professore di Letteratura greca alla Normale), con una riflessione sull’inizio della filosofia greca; di Elda Morlicchio (professoressa di Lingua tedesca presso l’Universita’ L’Orientale di Napoli) e di Andrea Moro (ordinario di Linguistica generale allo IUSS di Pavia). Le funzioni e le prospettive della storia dell’arte, l’utilita’ della comparazione giuridica tra sistemi amministrativi e la ricerca del codice neuronale dell’autismo saranno i temi in discussione il 4 settembre, proposti alla platea di studenti da, rispettivamente, Francesco Caglioti (ordinario di Storia dell’arte presso la Federico II di Napoli), Giulio Napolitano (ordinario di Diritto amministrativo all’Universita’ Roma Tre) e Gian Michele Ratto (Scuola Normale). Il giorno successivo sono in programma lezioni di Analisi matematica, con Guido Trombetti (Universita’ Federico II); Storia contemporanea, con Andrea Graziosi (Federico II); Fisica matematica, a cura di Mirko Degli Esposti (Universita’ di Bologna). Il 6 settembre il corso sara’ chiuso da Lino Leonardi (filologia romanza), Paola Inverardi (informatica) e Manuela Caiani (scienza politica).
In aggiunta alle lezioni dei professori gli studenti avranno modo di prendere parte ai seminari curati da alcuni allievi del corso di perfezionamento della Scuola Normale, che svolgeranno il ruolo di tutor, accompagnando i partecipanti durante il corso e condividendo con loro il proprio percorso universitario. Inoltre, il programma prevede anche due eventi al di fuori delle aule, come la visita ai Musei delle Scienze naturali e fisiche dell’Università Federico II di Napoli (martedì’ 4 settembre, ore 17.15) e il concerto della Nuova Orchestra Scarlatti nella cornice della chiesa dei Santi Marcellino e Festo (giovedì 6 settembre, ore 17.30).