Notizie Covid dal Consolato italiano a San Pietroburgo

299
In foto Alessandro Monti

Un riassunto delle disposizioni normative che disciplinano le misure anti-Covid in vigore nella Russia Nord-Occidentale è consultabile presso il link del Consolaro  Si consiglia comunque di consultare sempre anche gli ultimi aggiornamenti per la Federazione Russa pubblicati sul sito istituzionale ViaggiareSicuri.

I dati statistici relativi all’emergenza COVID-19 a San Pietroburgo sono invece consultabili qui.
1. In base ai dati ufficiali diffusi dal sito ufficiale del Governo russo e da quello delle Autorità di San Pietroburgo, alla data dell’11 agosto 2020 sono 73580 i casi di positività al COVID-19 accertati nella circoscrizione consolare di San Pietroburgo, su 897599 registrati nell’intera Federazione Russa. Alla data dell’11 agosto nella sola città di San Pietroburgo i pazienti trovati positivi al COVID-19 a partire dal 1 marzo 2020 sono in tutto 33204 (157 nuovi casi rispetto al giorno precedente), tra cui 2176 morti e 24165 guariti; 713 sono le persone messe in quarantena, di cui 299 in isolamento domiciliare, 150 in istituti di sorveglianza sanitaria e sono stati eseguiti 12050 tamponi (dati aggiornati al 10.08.2020). I restanti casi nella circoscrizione consolare sono così distribuiti: 6234 nella regione di Leningrado (di cui 4650 guariti e 62 morti), 11517 nella regione di Murmansk (di cui 8150 guariti e 101 morti), 2712 nella regione di Vologda (di cui 2253 guariti e 28 morti), 3982 nella regione di Pskov (di 2820 guariti e 58 morti), 9414 nella regione di Arkhangelsk (di cui 8516 guariti e 220 morti), 3933 nella regione di Novgorod (di cui 2773 guariti e 72 morti), 2584 nella Repubblica di Carelia (di cui 1634 guariti e 13 morti).