Novartis, lo stabilimento di Torre Annunziata diventa polo d’attrazione tecnologico

204

Si apre una nuova fase nella storia dello stabilimento farmaceutico Novartis di Torre Annunziata (Napoli), che oggi affianca al ruolo di polo produttivo anche quello di ”hub dell’innovazione” a sostegno delle realtà imprenditoriali impegnate nei settori ad alta intensita’ di ricerca scientifico-tecnologica. Novartis infatti ha deciso di mettere gli spazi e i servizi del suo insediamento a disposizione di aziende, centri di ricerca o startup: questa nuova vocazione trova la sua prima espressione nell’accordo siglato lo scorso 26 maggio tra Novartis e Axxam, societa’ biotech attiva nella ricerca e sviluppo di soluzioni innovative per il settore delle life sciences. In base all’accordo, Axxam trasferira’ parte delle sue attivita’ di ricerca in appositi spazi all’interno dell’insediamento, usufruendo dei servizi e delle utilities resi disponibili da Novartis. In particolare, l’azione dei nuovi laboratori Axxam ospitati a Torre Annunziata si concentrera’ in attivita’ finalizzate alla ricerca di base in ambito chimico-farmaceutico. ”Per il nostro insediamento, questi sviluppi rappresentano un’evoluzione coerente con una storia che da sempre fa leva sulle potenzialita’ dell’innovazione – commenta Sabino di Matteo, direttore dello stabilimento Novartis di Torre Annunziata – Qui si e’ costruito nel tempo un ambiente organizzativo, culturale e tecnologico con caratteristiche d’avanguardia, che svolge una funzione essenziale per la competitivita’ dello stabilimento, ma che puo’ generare benefici anche per altre esperienze imprenditoriali orientate all’innovazione, appartenenti a settori diversi, con vantaggi per l’intero sistema economico e sociale. La presenza e la vicinanza di una realta’ come Axxam, e delle aziende che ne seguiranno l’esempio, favoriranno interazione e scambio di competenze multidisciplinari, condizioni imprescindibili per la crescita di ogni settore e di ogni territorio”.