Nuova gestione per Palazzo San Teodoro: spazio esclusivo per eventi, mostre e incontri culturali

42
(ph. Aurora Scotto di Minico)

“Palazzo San Teodoro si rinnova nello stile e nel management. Una nuova gestione, una nuova verve contemporanea, uno strategico e raffinato restyling danno il benvenuto al nuovo corso della storica dimora partenopea della Riviera di Chiaia. Il Palazzo neoclassico, amato e conosciuto per la facciata rosso pompeiano, per i grandi saloni, per la maestosa scala in marmo bianco e per gli affreschi di ispirazione ellenistica e pompeiana, torna protagonista con un nuovo team organizzativo e tante novità per l’autunno inverno 2021”, si legge in una nota.
“La residenza nobiliare della Riviera di Chiaia, voluta da duca Carlo Caracciolo di San Teodoro e realizzata dall’architetto toscano Guglielmo Benchi nel 1826, si rinnova per diventare spazio esclusivo per eventi, mostre d’arte e incontri culturali. Dopo l’attento restyling degli interni, il Palazzo si mostra ancora oggi in tutta la sua eleganza negli spazi quanto nei dettagli. L’incanto comincia al primo gradino dello scenografico scalone che conduce al piano nobile del Palazzo poi, la Galleria dalle ampie vetrate, il Salone degli Specchi, la Sala da pranzo con il prezioso lampadario in bronzo dorato e cristallo, l’eclettico Salone da Ballo con soffitto a volta e colonne e lunette affrescate, le grandi specchiere e gli stucchi dorati, gli arredi originali dell’epoca, completano l’atmosfera da fiaba”, prosegue la nota.

Un’icona dell’aristocrazia partenopea
“Un’autentica opera d’arte di stile neoclassico diventa dunque scenografia per visite turistiche e eventi memorabili: ricevimenti privati, incontri culturali e d’arte, cene di gala, sfilate, meeting, shooting e presentazioni organizzati da professionisti del settore. Attività che ridanno linfa e luce a un’icona dell’aristocrazia partenopea, esempio architettonico che diede il via alla costruzione dei palazzi storici della città, tra questi, il più rilevante, Villa Pignatelli realizzata dallo stesso Guglielmo Bechi qualche anno dopo Palazzo San Teodoro. Scegliere Palazzo San Teodoro significa vivere il fascino di una autentica dimora storica resa contemporanea da servizi di eccellenza e dettagli di assoluto pregio. Ogni progetto può essere personalizzato e reso unico, gli spazi sono modulabili così come l’offerta gastronomica e musicale”, aggiunge la nota.
Per ulteriori info: www.palazzosanteodoroeventi.it.