Nuova legge regionale sull’editoria, De Luca: Tutela per i giornalisti e aiuti per 2,5 mln

96
foto Massimo Pica

“La legge sull’Editoria che abbiamo approvato prevede fondamentalmente due cose: un elemento di tutela per i giovani giornalisti professionisti, con la possibilita’ di lavorare negli uffici stampa istituzionali, e aiuti all’editoria locale, con finanziamenti per 2,5 milioni nel biennio 2018-2019, anche per poter assumere con contratti nazionali. Era un passaggio importante che dovevamo fare rispetto al mondo dell’informazione, perche’ erano passati quasi vent’anni dalla legge nazionale”. Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine della conferenza stampa sulla legge regionale per l’editoria approvata nell’ultimo Consiglio regionale, presso la sala Giunta Regione Campania, in via Santa Lucia. “Sul primo punto – spiega De Luca – la legge prevede che le istituzioni, a cominciare dalla Regione e dagli enti collegati, debbano dare vita a centri di informazione nei quali impegnare giornalisti professionisti per una comunicazione istituzionale, per informare i cittadini dei servizi di cui possono godere, per raccogliere eventuali reclami. C’e’ da fare un lavoro istituzionale di avvicinamento tra istituzioni e cittadini. Le funzioni di comunicazione vanno riservate a giornalisti professionisti. Questo significa rinunciare a un piccolo potere, a vantaggio della trasparenza. Un atto di apertura democratica e tutela del mondo del lavoro. La legge prevede anche per questo la possibilita’ di dare lavoro a decine di giovani nelle istituzioni, negli uffici stampa”.