Nuova missione Ue in Cina
Partnership, Sicilia protagonista

91

Tornano in Cina le missioni dell’Unione europea per favorire la crescita. Da oggi e fino a giovedi 23 Ottobre una delegazione di aziende e associazioni d’imprese sarà a Chengdu per confermare Tornano in Cina le missioni dell’Unione europea per favorire la crescita. Da oggi e fino a giovedi 23 Ottobre una delegazione di aziende e associazioni d’imprese sarà a Chengdu per confermare e rafforzare i legami con il più grande Paese asiatico. Il nuovo summit giunge dopo la prima visita del Luglio 2013 centrata sulla crescita “verde” e guidata dall’allora vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani, insieme al commissario all’ambiente Janez Potocnik. L’incontro avverrà in coincidenza della nona Fiera Ue-Cina per il business e la cooperazione tecnologica. All’evento sono attese 260 imprese europee da 22 Paesi membri, Italia inclusa. Saranno presenti dagli 800 ai 1.000 rappresentanti tra aziende, cluster, associazioni, istituti di ricerca e enti governativi. I settori chiave al centro della manifestazione sono: protezione ambientale, biotecnologie, agroalimentare, aerospaziale, meccanica e ingegneristica. Sono previsti incontri di matchmaking e brocheraggio tra le imprese, oltre alla dimostrazione dei vari servizi Ue di assistenza alle imprese che intendono operare in Cina: in particolare, l’Helpdesk China Sme Ip e il Centro Ue per le pmi (Eu Sme Centre). “Lo scopo di questa visita è confermare i forti legami tra l’Ue e la Cina, rafforzare la cooperazione in settori strategici e creare nuove opportunità di business per le imprese di entrambe le regioni”, ha dichiarato il vice direttore generale della Dg impresa della Commissione Antti Peltomaki, che guiderà la delegazione. Egli terrà incontri a livello politico con il vice ministro cinese per l’industria Su Bo e diverse autorità regionali e provinciali. Sicilia in prima fila – Per l’Italia parteciperanno 7 realtà imprenditoriali, di cui ben 5 sono siciliane. Esse sono capitanate dalla Regione Sicilia con il Dipartimento Attività produttive, e dalla Confindustria regionale. A queste si aggiungono altri 3 istituti con sede a Palermo: lo Studio legale Lucia, lo studio per la realizzazione di progetti “dare gambe alle idee” e l’azienda Salerno Packaging. Faranno parte della missione anche lo studio legale internazionale Chiomenti, che nel nostro Paese ha sede a Milano e Roma, e lo studio milanese di architettura, urbanistica e design Abad.