Nuova Toyota Mirai, seconda generazione per l’auto ad idrogeno

24

ROMA (ITALPRESS) – Nella visione di Toyota per una futura società sostenibile l’idrogeno è una risorsa vitale e abbondante per trasportare e immagazzinare energia. Ha il potenziale per fornire mobilità a zero emissioni di carbonio, non solo nei veicoli stradali ma anche nei treni, nelle navi e negli aerei, e per generare energia per l’industria, le imprese e le case. E’ anche un mezzo efficiente per immagazzinare energia rinnovabile e può essere trasportata dove serve. Toyota ha iniziato lo sviluppo di un veicolo elettrico a celle a combustibile di idrogeno nel 1992, introducendo con successo la berlina Mirai sul mercato a livello mondiale nel 2014. Questo risultato rivoluzionario è stato fondato sull’esperienza dell’azienda nella tecnologia ibrida, che è oggi il pilastro di una vasta gamma di diversi propulsori per veicoli elettrificati.
Adesso arriva la seconda generazione della rivoluzionaria berlina Toyota a zero emissioni, con trazione elettrica e celle a combustibile a idrogeno. La nuova Mirai è costruita sulla piattaforma modulare GA-L di Toyota, che permette una migliore integrazione del sistema e un abitacolo a cinque posti più spazioso. La nuova piattaforma consente di aggiungere un (terzo) serbatoio supplementare di idrogeno, contribuendo ad aumentare del 30% l’autonomia di guida dell’auto fino a circa 650 km. La priorità era creare un fascino più emotivo attraverso il design e la qualità di guida, oltre alle prestazioni ecologiche. Il sistema a celle a combustibile è stato completamente riprogettato, con significative riduzioni delle dimensioni e del peso di tutti i componenti principali. L’installazione di un gruppo propulsore elettrico a celle a combustibile completamente rivisto sulla piattaforma del veicolo GA-L permette di raggiungere il perfetto bilanciamento 50:50 dei pesi.
La gamma della nuova Mirai si compone di tre allestimenti. La versione d’ingresso è la Pure, una versione ricca di contenuti che offre di serie i cerchi in lega da 19”, fari BI-LED con abbaglianti automatici, Display da 12,3″, navigatore satellitare, impianto JBL da 14 speaker, clima bi-zona, interni in tessuto, sedili anteriori riscaldati, air purification system e l’ultima evoluzione del Toyota Safety Sense. La versione intermedia è la Essence che aggiunge Fari Bi-LED a doppia lente con abbaglianti adattivi, indicatori di direzione multi-LED pelle sintetica, caricatore cellulare senza fili, vetri oscurati, Parking support alert, Panoramic View Monitor (4 telecamere per visuale a 360°), monitoraggio angoli ciechi, volante riscaldabile e Luce di ambientazione (8 colori disponibili). Il top di gamma è invece la versione Essence+ con cerchi in lega da 20” neri, tetto panoramico, Head-up Display a colori, specchietto elettrocromatico con telecamera, sedili in pelle premium, climatizzatore a 3 zone, sedili anteriori e posteriori riscaldabili, ventilati e sedile guidatore con regolazione elettrica del supporto lombare e funzione memoria.
In Italia la nuova Mirai avrà un listino chiavi in mano a partire da 66.000 euro e sarà offerta con la nuova formula di noleggio KINTO ONE che prevede un canone mensile per la versione Essence di 1.200 euro (anticipo 0, iva esclusa, 36 mesi e percorrenza 45.000 km). Un prodotto all inclusive che prevede copertura assicurativa, Lojack e manutenzione ordinaria e straordinaria.
L’arrivo delle prime vetture è previsto per fine marzo ed il marchio delle tre ellissi punta ad aumentarne di 10 volte le vendite globali.
(ITALPRESS).