Nuove idee per il sociale:
via al Torneo della Bei

44

C’è tempo fino al prossimo 21 marzo per partecipare al Torneo dell’Innovazione sociale, la competizione organizzata annualmente dall’ Istituto Bei (Eibi) e giunta quest’anno alla quarta edizione. Scopo dell’iniziativa, lanciata per la C’è tempo fino al prossimo 21 marzo per partecipare al Torneo dell’Innovazione sociale, la competizione organizzata annualmente dall’ Istituto Bei (Eibi) e giunta quest’anno alla quarta edizione. Scopo dell’iniziativa, lanciata per la prima volta nel 2012, è, individuare quelle opportunità che possono comportare benefici considerevoli per la società o dimostrino l’uso di best practice con risultati tangibili e misurabili. Il Torneo, infatti, intende creare valore sociale dalla lotta contro l’esclusione valorizzando progetti innovativi che fanno appello a nuove tecnologie, nuovi sistemi e processi e che toccano una vasta gamma di settori, dall’istruzione alla sanità. Chi può partecipare Possono partecipare al Torneo organismi con o senza scopo di lucro, in particolare giovani imprenditori e imprese sociali, uffici per la responsabilità sociale di impresa di aziende di qualsiasi dimensione, Ong, enti governativi o amministrazioni locali, comunità accademiche, nonché team di scuole superiori. I candidati (singoli soggetti o team) devono essere stabiliti (o residenti) nei Paesi dell’Ue, nei Paesi candidati o potenziali candidati e nei Paesi Efta. I progetti Le candidature possono riguardare progetti innovativi attuabili entro un ragionevole lasso di tempo con benefici sostanziali per la società, oppure progetti che abbiano già implementato soluzioni innovative con risultati tangibili in termini di impatto sociale e che potrebbero costituire best practice e modelli replicabili. I premi Il Torneo assegnerà tre Premi: due per la categoria generale e uno per la categoria speciale. I progetti vincitori per la categoria generale riceveranno rispettivamente 25mila euro (primo classificato) e  10mila euro (secondo); 25mila euro saranno assegnati anche al progetto vincitore per la categoria speciale. Il Premio categoria speciale, introdotto nel 2013, attribuisce ogni anno particolare rilevanza a un settore specifico: per il 2015 saranno presi in considerazione progetti che trattano il tema delle pari opportunità e in particolare quelli che si interessano delle persone con disabilità. Selezione La procedura di selezione si svolgerà in due fasi: dalle candidature presentate verranno inizialmente selezionati massimo 15 progetti, di cui almeno 4 ritenuti idonei a concorrere anche per il premio categoria speciale. I 15 finalisti saranno annunciati il 15 maggio 2015 e invitati a un “mentoring boot camp” di 2 giorni (1-2 luglio a Madrid) dove riceveranno orientamenti necessari per la messa a punto del progetto in vista della selezione finale. I tre vincitori verranno nominati nel corso di un evento finale che si terrà a Milano il 24 settembre 2015.


Premi in palio 25mila euro (primo classificato) 10mila euro (secondo) 25mila euro (premio speciale) Chi può partecipare Giovani imprenditori Imprese sociali Organizzazioni non governative Enti governativi o amministrazioni locali Comunità accademiche Team di scuole superiori Scadenza 21 marzo 2015