Nuovi operatori del turismo
Campania, fondi per 7,4 mln

31

Migliorare la qualità dell’accoglienza turistica in Campania, creando nuove opportunità lavorative per i giovani in un settore strategico per l’economia regionale. E’ l’obiettivo del bando approvato da Palazzo Santa Migliorare la qualità dell’accoglienza turistica in Campania, creando nuove opportunità lavorative per i giovani in un settore strategico per l’economia regionale. E’ l’obiettivo del bando approvato da Palazzo Santa Lucia, su proposta dell’assessorato al Lavoro di Severino Nappi, e aperto con una dotazione complessiva di 7,4 milioni di euro divisi in due tranche: 3,5 milioni per i corsi con una durata compresa tra le 60 e le 300 ore, e più di 3,9 milioni di euro per i corsi di una durata minima di 500 ore. Chi può partecipare Possono candidarsi al bando gli organismi iscritti nell’elenco regionale dei soggetti che erogano formazione, in forma singola oppure associata. I percorsi formativi dovranno essere rivolti a disoccupati di lunga durata e disoccupati immediatamente disponibili allo svolgimento o alla ricerca di un’attività lavorativa (se di età inferiore a 29 anni, previa iscrizione al programma Garanzia Giovani); lavoratori occupati nel settore turistico e dei beni culturali, anche a tempo parziale o con contratto di collaborazione o con contratto stagionale o con altre forme contrattuali atipiche o a termine, nei periodi di inattività compatibili con la frequenza di un corso; lavoratori autonomi compresi i possessori di abilitazione all’esercizio di professioni turistiche; imprenditori del settore; lavoratori in mobilità, in cassa integrazione guadagni in deroga, straordinaria e ordinaria; lavoratori che percepiscono indennità di mobilità in deroga o trattamento equivalente. Sono ammessi tutti i titoli di studio: dalla licenza elementare alla laurea. Unica condizione è la residenza dei corsisti in Campania. Tipologia di corsi Due le tipologie di corsi previste e ammissibili al finanziamento: quelli con durata massima di 300 ore forniranno competenze di base e trasversali o key competence con rilascio di attestazione di frequenza; competenze tecnico – professionali o di aggiornamento per i soggetti già in possesso di qualifiche riconosciute con rilascio di attestazione di frequenza. I corsi con durata minima di 500 ore, invece, consisteranno in percorsi per l’acquisizione delle competenze caratterizzanti una tra le figure professionali individuate tra quelle inserite nel repertorio regionale delle qualifiche per il conseguimento del certificato professionale. Scadenza Le proposte dovranno essere presentate dall’Agenzia formativa esclusivamente tramite invio telematico entro le ore 13 del prossimo 9 marzo. Le risorse saranno erogate fino a esaurimento fondi.


Risorse complessive 7.488.750 euro Chi può partecipare Agenzie formative regionali Destinatari dei corsi Disoccupati di lunga durata Lavoratori occupati nel settore turistico Lavoratori autonomi Lavoratori in mobilità e in cassa integrazione Scadenza Ore 13 del 9 marzo