Nuovo attacco al Consolato Usa di Erbil in Iraq

114
In foto Robert Palladino
Diversi missili sono stati lanciati nella serata del 13Marzo scorso nei pressi del consolato americano di Erbil, nel nord-ovest dell’Iraq, il cui console USA è Robert Palladimo. Lo riferiscono diversi media, citando l’agenzia di stampa irachena INA. Il governatore di Erbil, Omed Khoshnaw, ha dichiarato che più missili sono caduti nell’area, precisando però che non è chiaro se l’obiettivo fosse il consolato americano o l’aeroporto della città. Secondo l’INA, nell’attacco sono state udite cinque esplosioni. Ancora da stabilire la matrice dell’attacco. Secondo Saman Barzanji, ministro della Salute nella provincia del Kurdistan iracheno, citato dalla tv di stato non ci sarebbe “nessuna vittima dopo l’esplosione di Erbil”. Fonti dell’opposizione iraniana riportate da media arabi e altre fonti curde irachene riferiscono che i razzi sarebbero stati lanciati dal territorio iraniano. Nei pressi del consolato Usa si trova la base americana statunitense dell’aeroporto internazionale di Erbil, che era stata colpita da un attacco missilistico a settembre scorso, nel 20esimo anniversario degli attacchi terroristici dell’11 settembre. L’aeroporto di Erbil è stato più volte attaccato nell’ultimo anno, anche da droni che trasportavano esplosivi. E l’attacco arriva alcuni giorni dopo un’azione militare israeliana su Damasco, in Siria, che ha ucciso due membri della Guardia Rivoluzionaria paramilitare iraniana.
Diversi missili sono stati lanciati nella serata del 13Marzo scorso nei pressi del consolato americano di Erbil, nel nord-ovest dell’Iraq mm. Lo riferiscono diversi media, citando l’agenzia di stampa irachena INA. Il governatore di Erbil, Omed Khoshnaw, ha dichiarato che più missili sono caduti nell’area, precisando però che non è chiaro se l’obiettivo fosse il consolato americano o l’aeroporto della città. Secondo l’INA, nell’attacco sono state udite cinque esplosioni. Ancora da stabilire la matrice dell’attacco. Secondo Saman Barzanji, ministro della Salute nella provincia del Kurdistan iracheno, citato dalla tv di stato non ci sarebbe “nessuna vittima dopo l’esplosione di Erbil”. Fonti dell’opposizione iraniana riportate da media arabi e altre fonti curde irachene riferiscono che i razzi sarebbero stati lanciati dal territorio iraniano. Nei pressi del consolato Usa si trova la base americana statunitense dell’aeroporto internazionale di Erbil, che era stata colpita da un attacco missilistico a settembre scorso, nel 20esimo anniversario degli attacchi terroristici dell’11 settembre. L’aeroporto di Erbil è stato più volte attaccato nell’ultimo anno, anche da droni che trasportavano esplosivi. E l’attacco arriva alcuni giorni dopo un’azione militare israeliana su Damasco, in Siria, che ha ucciso due membri della Guardia Rivoluzionaria paramilitare iraniana.