Nuovo direttivo a lavoro, medicine ai bisognosi

72

Una conferma collettiva che suona come l’attestazione di un successo di gestione. Eletto per acclamazione il nuovo direttivo dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli che è già al lavoro sui prossimi obiettivi, Una conferma collettiva che suona come l’attestazione di un successo di gestione. Eletto per acclamazione il nuovo direttivo dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli che è già al lavoro sui prossimi obiettivi, partendo dalle fasce più deboli della popolazione. La prossima settimana sarà infatti siglato un protocollo d’intesa con Federfarma Napoli, l’Unione dei Farmacisti Cattolici Italiani di Napoli e il Banco Farmaceutico per la fornitura di medicinali ai più bisognosi. “Cominceremo con una selezione di farmacie – spiega spiega Vicenzo Santagada, presidente confermato dal 95 per cento dei votanti – per far partire il progetto pilota che pian piano raggiungerà la totalità delle unità operative”. I cittadini potranno consegnare alle farmacie partecipanti i farmaci ancora in corso di validità, che saranno distribuiti alle associazioni che lavorano sul territorio come la Caritas o la Casa di Tonia. E ancora: a fine mese partirà il nuovo corso di formazione sulle malattie sessualmente trasmissibili realizzato grazie al sostegno dell’associazione dei farmacisti cattolici e del Comune di Napoli. “Sono tutte conferme della volontà dell’Ordine di stringere il legame con il territorio”, sottolinea Santagada. Il Consiglio che lo affiancherà per il prossimo triennio resta sostanzialmente immutato nella composizione. Anzi, arricchito, precisa il numero uno dell’Ordine partenopeo. Ma un’affermazione di questa entità, oltre a essere una riprova di stima, è anche una grande responsabilità. “Al di là della vittoria personale – precisa Santagada –: il numero dei partecipanti esprime la fiducia nella professione e un sentimento di appartenenza che è patrimonio importante e condiviso”. “Tra le new entry ci sono molte donne – precisa –: nel direttivo entra Elisa Magli, che lavorerà al fianco di Bianca Rosa Balestrieri, Davide Carraturo, Crescenzo Cinquegrana, Silvio Colesanti, Mariano Fusco, Riccardo Maria Iorio, Tommaso Maggiore, Raffaele Marzano, Ciro Meo, Riccardo Petrone, Giovanni Pisano, Giovanni Russo e Ugo Trama. Nel collegio dei revisori saranno al lavoro Giovanni Ascione, Annamaria Di Maggio, Alessandra Sarti e Raffaela D’Aniello in qualità di supplente.