Nuovo Superenalotto, lancio a Napoli

16

(ANSA) – NAPOLI, 30 GEN – Da Napoli una festa per celebrare il lancio del nuovo SuperEnalotto che gli italiani potranno giocare da domani 31 gennaio, con la prima estrazione fissata per martedì 2 febbraio. Il Gruppo Sisal ha scelto il capoluogo partenopeo per realizzare la manifestazione ‘La Città del Sorriso’, evento spettacolo di promozione e lancio della nuova formula del SuperEnalotto. La presentazione si è svolta nella sede del Comune di Napoli alla presenza dell’amministratore delegato del Gruppo Sisal Emilio Petrone, del sindaco Luigi de Magistris e del gruppo musicale dei Pooh che nel loro prossimo tour ‘Reunion’ saranno accompagnati da Sisal.
    ”Il SuperEnalotto – ha spiegato all’ANSA l’amministratore delegato Sisal, Emilio Petrone – è un prodotto molto conosciuto, è un gioco giocato da tanti anni dagli italiani e rappresenta un pezzo della storia e della cultura del Paese. E’ – ha aggiunto – il gioco più amato dagli italiani e quindi abbiamo pensato che fosse arrivato il momento di rinnovarlo, di rilanciarlo”.
   

(ANSA) – NAPOLI, 30 GEN – Da Napoli una festa per celebrare il lancio del nuovo SuperEnalotto che gli italiani potranno giocare da domani 31 gennaio, con la prima estrazione fissata per martedì 2 febbraio. Il Gruppo Sisal ha scelto il capoluogo partenopeo per realizzare la manifestazione ‘La Città del Sorriso’, evento spettacolo di promozione e lancio della nuova formula del SuperEnalotto. La presentazione si è svolta nella sede del Comune di Napoli alla presenza dell’amministratore delegato del Gruppo Sisal Emilio Petrone, del sindaco Luigi de Magistris e del gruppo musicale dei Pooh che nel loro prossimo tour ‘Reunion’ saranno accompagnati da Sisal.
    ”Il SuperEnalotto – ha spiegato all’ANSA l’amministratore delegato Sisal, Emilio Petrone – è un prodotto molto conosciuto, è un gioco giocato da tanti anni dagli italiani e rappresenta un pezzo della storia e della cultura del Paese. E’ – ha aggiunto – il gioco più amato dagli italiani e quindi abbiamo pensato che fosse arrivato il momento di rinnovarlo, di rilanciarlo”.