Nutrire il Sud, al via il Premio Sele d’Oro

65

Sarà dedicato ai “Nutrimenti” del corpo e dello spirito, al “cibo, alla cultura e alle tradizioni” la 31esima edizione del Premio Sele d’Oro Mezzogiorno in programma dal 3 al 12 settembre ad Oliveto Citra. Intanto però è tutto pronto per il lungo prologo agostano del premio che fino al 15 agosto racconterà in tutta la Valle del Sele un Sud diverso e non incline al “piagnisteo”. La rassegna di Oliveto Citra è infatti da qualche anno diventata itinerante, coinvolgendo in rete anche i comuni limitrofi di Caposele, Laviano, Calabritto, Castelnuovo di Conza, Colliano, Valva, Senerchia, Santomenna e Campagna. Come sempre, il Premio è articolato in diverse sezioni: saggi, Euromed (per i saggi inediti); Giornalismo (intitolato alla memoria del giornalista Michele Tito); Bona Praxis (dedicato ai progetti di sviluppo); Imprenditoria Giovanile. Il taglio del nastro avverrà, intanto, stasera a Caposele con i “Luoghi narranti” alle 18.30, con il giornalista Rai Gianmaurizio Foderaro, e i “Palcoscenici d’ autore”, alle 21. 30, con la finestra sul “Festival selection – Artisti dei migliori festival d’ autore”: ospiti Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite. Domani ci si sposterà a Laviano con Giò Di Tonno. Il 6, a Calabritto, saranno i Dirotta su Cuba ad animare la serata. Il 7 a Castelnuovo di Conza Mariella Nava in concerto, mentre il 9 tappa a Colliano con il folk colto di Ambrogio Sparagna. L’ 11, a Valva, recital di Chiara Civello; il 13 doppio appuntamento: a Senerchia con Federico Salvatore e a Santomenna con il teatro-canzone di Giobbe Covatta accompagnato da Ugo Gangheri & Normandia. Il Sele d’ Oro itinerante si chiuderà a Campagna con Eddy Napoli in concerto.

Scarica il bando