O’ Sole Mio, l’App per prenotare l’ombrellone presto estesa alle spiagge comunali

447

Prenotare ombrellone e lettino nello stabilimento balneare che si preferisce, dalla Campania al Lazio, con la sicurezza di un applicazione completa, che consente di eseguire tutta l’intera operazione fino alla transazione. Si torna a parlare di «O’ Sole Mio», l’applicazione per prenotare a mare nata un anno fa, dopo circa tre anni di studio. L’emergenza da Coronavirus, in questi ultimi mesi, ha fatto spuntare una serie di strumenti simili e con tentativi di «imitazione» ma l’ App ideata dalla «A2 Consulting» che fa capo a Giuseppe Avenia, 38 anni di Santa Maria Capua Vetere e Rodriguez Arzillo, di Caserta, ha una marcia in più rispetto a tanti applicativi che funzionano quasi da gestionale della clientela affezionata degli stabilimenti balneari. «O’ Sole Mio» è posizionata realmente su due piattaforme (Ios e Android) ed è perfettamente funzionale per la procedura completa di prenotazione fino alla fase della transazione e del pagamento, con la sicurezza totale della prenotazione. «Anche se si è parlato della nostra app nata un anno fa, come qualcosa di profetico, in relazione al Coronavirus – spiegano i fondatori della app – va detto che l’emergenza ci ha in qualche modo danneggiato. Questo era l’anno del consolidamento, in Campania così come in altre località turistiche del basso Lazio ma il virus ha di fatto cambiato le carte in tavola, anche a danno dei titolari dei lidi». Già perché «O’ Sole Mio» non è un agenda per gestire i clienti già affezionati agli stabilimenti balneari ma ha lo scopo di portarne dei nuovi, quindi è importante per i lidi essere presenti nella lista che l’app offre ai propri iscritti e a tutti quelli che scaricano l’applicazione. In Campania, tra gli stabilimenti che hanno aderito figurano: Lido dei Pigri, Lido Lido, Lido Marina, Lido Arancio (Baia Domizia); Lido Venere (Mondragone). Nel basso Lazio ci sono Lido Salette Beach e Lido La Peonia (Sperlonga-Latina) mentre le adesioni stanno arrivando anche dalla zona della costiera amalfitana. Ma c’è una novità allo studio che potrebbe dare un ulteriore svolta a chi vuole andare in spiaggia libera senza preoccupazione nell’attuale fase 3. Alcune amministrazioni comunali stanno pensando di essere presenti sulla App per consentire agli utenti di trovare un posto al …sole anche sulle spiagge comunali ed è tutto in fase di studio. Un app a favore delle imprese balneari tant’è che nei mesi scorsi, per la cosiddetta  «ripresa», la coppia Avenia Arzillo ha anche lanciato un voucher denominato «Spiaggia Bond», per dare linfa agli stabilimenti, con offerte pre-acquistate e garantite, usufruibili all’apertura dei lidi al fine di consentire al comparto colpito dall’emergenza, uno spiraglio di ottimismo e fiducia nella ripartenza. «Il fatto che venga annunciata la nascita di strumenti simili alla nostra app, non può che renderci orgogliosi – spiega la coppia Avenia-Arzillo – siamo stati un po’ i precursori e ciò stimola a portare avanti ancora con più determinazione altri aspetti innovativi già allo studio».