Obbligo vaccini, Tar Lazio respinge istanza Codacons

33

Roma, 7 set. – (AdnKronos) – Il Presidente della Sezione III Quater del Tar del Lazio ha respinto l’istanza di misure cautelari urgenti, avanzata dall’Associazione Codacons, con riferimento alla previsione dell’adempimento agli obblighi vaccinali come requisito di accesso ai servizi educativi per l’infanzia ed alle scuole dell’infanzia, contenuta nel decreto-legge in materia di prevenzione vaccinale.

Il Tar ha riconosciuto che la circolare n. 0001679 dell’1/09/017 del ministero della Salute e del Miur, nel richiamare l’obbligo della presentazione della documentazione vaccinale entro il termine dell’11 settembre 2017 (pena il mancato accesso ai servizi educativi per l’infanzia ed alle scuole dell’infanzia), ha previsto che, entro tale termine, possa essere presentata una semplice dichiarazione sostitutiva e che la relativa documentazione debba, in tal caso, essere presentata entro il ben più ampio termine del 10 marzo 2018.

Alla luce di tale circostanza, il Tar ha ritenuto insussistenti “le ragioni di estrema gravità ed urgenza cui è subordinata la concessione della chiesta tutela cautelare monocratica”, con conseguente rigetto dell’istanza cautelare avanzata dall’Associazione Codacons.