“Occhio al Mare”, la nuova App di Marevivo per geolocalizzare i rifiuti che deturpano le coste

38

Delfini, balene, tartarughe e meduse sono nell’obiettivo di Occhio al Mare, l’A della Divisione Vela Marevivo realizzata grazie al contributo della Lega Italiana Vela e della LegaVela Servizi. Uno strumento di semplice utilizzo che consentirà a tutti i cittadini di osservare e foto-identificare specie marine, ma anche i rifiuti, soprattutto plastica, che inquinano e deturpano i nostri mari.

L’obiettivo infatti è quello di coinvolgere i cittadini che grazie al loro contributo potranno aiutare a raccogliere informazioni preziose per difendere il mare. Chiunque, a bordo di una barca o di una canoa, potrà dare il proprio contributo alla ricerca scientifica.

Utilizzare l’App Occhio al mare”- disponibile gratuitamente per i sistemi Android e iOS – è semplicissimo. Intuitivamente e con pochi passaggi sarà possibile inserire dati su quanto avvistato, scattare foto, documentarsi sulle caratteristiche delle specie avvistate. Fondamentale il supporto della tecnologia che consente una geo-localizzazione automatica del natante e quindi degli avvistamenti fatti.

Una volta scaricata l’App (tramite Play Store per Android o App Store per Apple) vi si può accedere o tramite i propri account social (Facebook e Twitter) oppure mediante registrazione.