Occidente, scatta la ritorsione di Putin: via libera alle controsanzioni, firmato il decreto

107
in foto Vladimir Putin

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto sulle sanzioni economiche di ritorsione contro l’Occidente. Secondo l’agenzia Reuters, il Cremlino ha reso noto che le sanzioni sono in risposta alle “azioni ostili di alcuni Stati stranieri e organizzazioni internazionali”. Nel documento non sono riportati i nomi delle persone fisiche o degli enti interessati dalle misure. Tuttavia, il decreto concede al governo russo 10 giorni per compilare un elenco delle persone o entità da sanzionare, offrendo anche lo spazio per delineare “criteri aggiuntivi” per il numero di transazioni che potrebbero essere limitate. Il decreto vieterà l’esportazione di prodotti e materie prime alle persone fisiche e agli enti sanzionati. Vieta inoltre le transazioni con persone e società straniere colpite dalle sanzioni di ritorsione della Russia. L’annuncio arriva proprio mentre l’Europa dovrebbe proporre un sesto pacchetto di sanzioni questa settimana, incluso un possibile embargo sull’acquisto di petrolio russo.