Oceani e salute, l’impegno dell’Ambasciata italiana in Vaticano

58
In foto Pietro Sebastiani

Lo stato di salute del mare e le azioni necessarie per tutelarlo, sono temi così universali e pressanti che suscitano interesse e impegno anche da parte dell’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, la quale ha organizzato martedì 8 giugno, in collaborazione con Marevivo, un incontro online tra esperti dal titolo esplicito: “Oceani e Salute. Pensavamo di rimanere sani in un mondo malato”. E’ stato possibile seguire l’evento dalle ore 11 sulla pagina Facebook dell’Ambasciata. Il programma prevedeva i saluti istituzionali: di Pietro Sebastiani, Ambasciatore; Rosalba Giugni, presidente di Marevivo. Sono intervenuti Ferdinando Boero, Università degli Studi di Napoli Federico II; Antonio Ragusa, Ospedale S. Giovanni Calibita – Fatebenefratelli; Tebaldo Vinciguerra, dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale; Virginia La Mura, Senatore della Repubblica; Don Bruno Bignami, direttore Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI; Alejandro Irigoyen, navigatore messicano, progetto per la Pace “Liberare gli ormeggi”; Maria Cristina Finucci, artista e presidente del Garbage Patch State. Le conclusioni sono state portate dall’ On. Luigi di Maio, ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Ha moderato Paola Severini Melograni, direttore responsabile agenzia AngeliPress.