Ocse: in Italia scadranno obbligazioni per 33% Pil da qui a 2026

16

Roma, 7 mar. (askanews) – L’Italia è tra cinque paesi dall’Ocse che registreranno i maggiori livelli di titoli di Stato e obbligazioni societarie in scadenza rispetto al Pil da qui al 2026. Lo rileva la stessa Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, nel suo primo rapporto annuale sull’obbligazionario. “In cinque Stati – si legge – titoli a tasso fisso per oltre il 20% del Pil andranno maturazione in questo periodo, tra cui il Giappone (52%), l’Italia (33%, il secondo più elevato), gli Stati Uniti (27%), la Spagna (27%) e la Francia (20%)”.

“Questi paesi – rileva l’Ocse – fronteggiano accresciuti rischi di rifinanziamento se i tassi di interesse elevati persistessero per buona parte di questo periodo”.