Offerta faraonica dalla Cina per Ronaldo, 120 mln a stagione e 200 al Real

24

Madrid, 9 giu. (AdnKronos) – Il calcio cinese torna alla carica per Cristiano Ronaldo. La sua recente prestazione nella finale di Champions League con la Juventus a Cardiff e lo straordinario modo in cui ha terminato la stagione sono stati decisivi per far sì che un club cinese (la cui identità non è ancora trapelata) decidesse di provare a prendere il crack portoghese con un’offerta faraonica, per portarlo già da questa estate nella Super League cinese.

L’offerta pervenuta sul tavolo del presidente Florentino Pérez ammonta a 200 milioni di euro per il club, mentre a Ronaldo sarà garantito uno stipendio annuo di 120 milioni, una cifra monstre, se si considera che Messi con il Barcellona sta per firmare un rinnovo da 30 milioni a stagione, e mai raggiunta da qualsiasi atleta. Le voci circa l’interesse del calcio cinese per il portoghese sono ormai una costante nelle ultime stagioni, ma questa volta la proposta sarà ferma, perché i dirigenti asiatici, secondo il quotidiano sportivo ‘As’, si recheranno la prossima settimana a Madrid per incontrare personalmente Florentino Pérez e presentare formalmente la loro proposta.

Lo scorso dicembre Jorge Mendes , l’agente di Cristiano Ronaldo, aveva rivelato un’offerta milionaria per la stella portoghese dalla Cina: “Il Real Madrid ha ricevuto un’offerta per Ronaldo ma ha respinto la proposta perché il denaro non è tutto. Il Real Madrid è la sua vita”. Come spiegato dall’agente del centravanti è stato lo stesso giocatore ad averla respinta. Un mese prima aveva rinnovato il suo contratto con il Real Madrid fino al 2021 e la sua clausola è di 1.000 milioni di euro. Questa volta, sembra che il risultato sarà lo stesso, a meno che il Madrid non decida di aprire le porte ad una cessione, cosa che sembra quasi impossibile, visto che produrrebbe un vero e proprio cataclisma tra i tifosi dei blancos.

A 32 anni, Ronaldo è nella fase matura della sua carriera e con ogni probabilità vincerà il prossimo gennaio il suo quinto Pallone d’Oro. E anche se mercoledì scorso ha risposto ad un giornalista con un enigmatico “nulla è impossibile” quando gli è stato chiesto di una sua possibile partenza verso il calcio cinese, nella sua testa c’è la sfida di vincere per la sesta volta il Pallone d’Oro. E sa che potrà accadere solo se continuerà a giocare a Madrid.