Ognissanti: tra commercio e servizi fiori oltre 34mila imprese coinvolte

5

Milano, 31 ott. (Labitalia) – Ricorrenza dei defunti: tra sedi di impresa, sedi secondarie e unità locali, sono quasi 5mila le attività coinvolte in Lombardia, tra commercio di fiori e servizi specializzati, su oltre 34mila in Italia, il 14% del totale. E’ quanto emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati registro imprese al 2018. Un comparto che cresce del 2% in cinque anni in regione e dell’1,4% in Italia. Si tratta di quasi 3 mila attività lombarde di commercio al dettaglio di fiori, tra stabile e ambulante, su oltre 21 mila in Italia, 1.558 imprese di pompe funebri su 11 mila a livello nazionale e 320 attività nel commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali su 2.411 nazionali.

Milano è prima in regione con 1.500 attività (+13,9% in cinque anni) e terza nel Paese dopo Roma (2.161, +9,7%) e Napoli (1.551). A livello regionale viene poi Brescia, che con 668 attività è settima in Italia per numero di attività nel settore, seguita da Bergamo con 536 e Varese con 456. A livello nazionale quarta è, invece, Torino con 1.264 attività. Tra 2013 e 2018, dopo Milano che è prima per crescita in Lombardia, è Monza Brianza a registrare l’andamento migliore, +10,4%, mentre in Italia il settore cresce soprattutto a Bolzano (+21,9%) e Forlì Cesena (+19,8%).

“Come da tradizione, il fiore più acquistato per questa ricorrenza è il crisantemo con un prezzo che, a seconda della varietà e della lunghezza, va da 2 e a 5 euro”, dichiara Roberto Rossi, presidente dell’Associazione dettaglianti fiori e piante aderente a Confcommercio Milano. Secondo la qualità, il prezzo di un mazzo di crisantemi può variare dai 10 ai 15 euro.