Olimpiadi: portiere nazionale calcio Myanmar chiede asilo, giocherà in prova in club giapponese

20

Tokyo, 24 lug. (Adnkronos) – Il portiere della Nazionale di calcio del Myanmar che si è rifiutato di tornare a casa dal Giappone dove è giunto per le Olimpiadi di Tokyo 2020, sta cercando di ottenere lo status di rifugiato nel paese nipponico. Il giocatore si unirà ad una squadra locale di Yokohama in prova dopo l’approvazione di un visto di sei mesi all’inizio del mese. Yscc Yokohama, squadra che milita attualmente nella terza divisione della J-League, ha dichiarato di voler offrire un’opportunità a Pyae Lyan Aung di continuare a giocare. Al portiere è stato concesso un visto per “attività designate” che gli consente di rimanere e lavorare nel Paese per sei mesi, sulla base di una misura di emergenza del governo giapponese per impedire l’espulsione dei residenti birmani in Giappone. Il 27enne è pronto a giocare per qualsiasi squadra in Giappone.