Olio: con ‘ABC’ a Bari la Piazza degli extravergine in festa

36

Bari, 8 apr. (Labitalia) – Quante sono le Dop di extravergine pugliesi? Quali sono le differenze tra i territori e tra le diverse cultivar autoctone? Quali sono le caratteristiche di un extravergine di alta qualità? Qual è il modo migliore di impiegarlo in cucina? A queste domande risponderà domenica 14 aprile, a Bari, in piazza del Ferrarese, Buonaterra Movimento Turismo dell’Olio Puglia con la terza edizione di ‘Abc Olio: La piazza degli extravergine in festa’.

“ABC Olio è per noi produttori – dichiara Donato Taurino, presidente del Consorzio – un momento chiave, l’occasione per crescere e confrontarci con gli esperti e per trasmettere al pubblico quanto la storia e la cultura dell’olio d’oliva costituiscano le radici più autentiche della nostra identità regionale. L’olio extravergine è uno dei prodotti cardine della nostra agricoltura regionale, e Buonaterra vuole valorizzarlo in tutti i suoi aspetti: non solo come prodotto d’eccellenza, ma anche come traino per il turismo enogastronomico. Il Secondo Rapporto sul turismo enogastronomico vede il nostro paniere agroalimentare, quindi anche l’olio extravergine d’oliva, tra le principali motivazioni al viaggio verso la Puglia facendola posizionare tra le prime tre destinazioni italiane più desiderate”.

Una vera e propria festa che animerà il centro storico del capoluogo pugliese con attività leggere e dinamiche dedicate a turisti, visitatori e appassionati di gastronomia, studiate per diffondere la conoscenza del vasto patrimonio olivicolo regionale e far ‘toccare con mano’ a tutti i visitatori l’eccellenza dell’evo made in Puglia e realizzate in collaborazione con l’assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia.

Una data non casuale, quella della Domenica delle Palme, per celebrare l’ulivo come simbolo di pace e di una cultura che, dal paesaggio all’alimentazione, unisce nella loro diversità tutti i paesi di area mediterranea. E un luogo ancor meno casuale, se è vera la storia che identifica il ‘Ferrarese’ che dà il toponimo alla piazza dell’evento in tale Girolamo Baruchelli, commerciante d’olio di Ferrara che nel Settecento scelse la piazza per la sua dimora barese. Previsti un mercatino degli extravergine d’oliva, degustazioni, giochi, laboratori, una mostra didattica, un’area per i più piccoli e un open talk che per tutta la giornata – dalle 10,30 alle 21,30 – intratterrà il pubblico dal palco in piazza, con interviste a produttori, esperti e un cooking show con i cuochi de ‘La Puglia è Servita’ e che impreziosiranno una delle piazze simbolo della Città di Bari punto di raccordo tra il centro storico e il borgo murattiano e l’adiacente Auditorium della Vallisa.

Il programma completo della giornata verrà distribuito in anteprima nei Supermercati Dok e Famila di Bari e provincia, grazie alla collaborazione del Gruppo Megamark, partner dell’iniziativa. Si parte con ‘Il Mercatino degli Evo di Buonaterra’: la piazza ospiterà le ‘bancarelle’ dei soci di Buonaterra – Movimento Turismo dell’Olio Puglia per degustare e acquistare direttamente dai produttori le diverse tipologie di olio extravergine d’oliva da cultivar autoctone di tutta la regione. Conoscere l’extravergine significa soprattutto assaporarlo: per questo ci sarà ampio spazio per le degustazioni nell’area Evo & Food. Qui i cuochi de ‘La Puglia è Servita’ – Perbacco e Le Giare di Bari, Le Rune di Bari Torre a Mare – racconteranno i territori dell’evo interpretando gli extravergine dei soci di Buonaterra nelle loro proposte gastronomiche, pensate per esaltare i diversi impieghi e le caratteristiche degli extravergine pugliesi, in abbinamento ai vini del Movimento Turismo del Vino Puglia.

Produttori, cuochi, esperti si alterneranno sul Palco di ‘ABC Olio’, in un open talk con cooking show, per raccontare gli extravergine di Puglia e i loro migliori impieghi in cucina e a tavola. In mattinata, la conduzione più dinamica sarà affidata ad Antonio Stornaiolo, mentre nel pomeriggio Annamaria Ferretti tirerà le somme dell’Evo Camp, discutendone le proposte con i partecipanti. Sempre in piazza del Ferrarese, ‘ABC Olio’ sarà anche formazione con attività rivolte a grandi e piccini. Laboratori pratici ‘Con le mani in pasta’ nell’area giochi spiegheranno in maniera semplice e divertente le proprietà e qualità dell’extravergine, le sue caratteristiche, le differenze tra i diversi territori, i migliori impieghi in gastronomia. Il ‘Gioco dei Sensi’, invece, metterà alla prova il ‘fiuto’ da degustatori dei visitatori.

I partecipanti verranno invitati all’esame gusto olfattivo di alcuni campioni di extravergine pugliesi, per riconoscere in quali prevalgono i sentori tipici delle cultivar indicate (pomodoro, rucola, mandorla, etc.). Il gioco prevede anche un’assistenza speciale per gli ipovedenti e non vedenti, per incentivare l’avvicinamento al percorso da degustatori-sommelier, in virtù delle maggiori capacità gusto-olfattive determinate dalla perdita della vista. I partecipanti che abbineranno correttamente gli extravergine ai relativi descrittori olfattivi, ricevono in omaggio una fornitura di prodotti dei soci di Buonaterra. I grandi temi della cultura e del futuro dell’olio saranno invece al centro degli Evo Camp, i tavoli di discussione che si svolgeranno nel corso della giornata nel vicino Auditorium Vallisa. Xylella, formazione, turismo dell’olio e salute saranno le problematiche su cui i partecipanti ai tavoli si interrogheranno, con l’aiuto di esperti e facilitatori, per compilare insieme il ‘Manifesto 2019 di Buonaterra’: un piano programmatico di azioni concrete, che verranno presentate a fine giornata sul palco in piazza, nell’open talk conclusivo.

Anche la Vallisa sarà location di un percorso didattico in cui verrà spiegato in maniera semplice e intuitiva proprietà e caratteristiche degli Evo di Puglia, attraverso la mostra ‘Impariamo a conoscere l’olio extravergine’. Le Dop dell’extravergine pugliesi e le relative cultivar saranno raccontate anche attraverso i suggestivi paesaggi delle terre dell’olio da Nord a Sud della regione, grazie al video emozionale ‘Puglia: La storia, la geografia, il viaggio’ del regista Carlos Solito. Anche qui, al termine di questo percorso tutti i partecipanti saranno invitati a rispondere ad un piccolo questionario, in omaggio un campione di extravergine dai soci di Buonaterra.

Arricchiscono il programma della manifestazione gli itinerari culturali a cura di Eventi d’Autore, disponibili tutto il giorno su prenotazione per accompagnare i visitatori alla scoperta delle meraviglie archeologiche di ‘Bari Sotterranea’. L’evento si inserisce all’interno di una più vasta programmazione annuale di attività culturali, dal titolo ‘ABC Olio: La cultura dell’olio extravergine’, realizzata con il contributo dell’assessorato all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia a valere sul Fondo di sviluppo e coesione Fsc 2014-2020 ‘Patto per la Puglia’, Avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali.