Oliveto Citra, conciliazione famiglia-lavoro: a via il progetto a sostegno delle donne

55

Implementare l’offerta di servizi che favoriscono la partecipazione femminile al mercato del lavoro: è questo l’obiettivo dell’Accordo territoriale di genere “Wo.M.En. – WOrk faMily arrangemENt”, promosso dall’amministrazione comunale di Oliveto Citra in partenariato con il Piano sociale di Zona S3, la Fondazione San Francesco d’Assisi e Conform Scarl, finanziato dalla Regione Campania (Por Campania FSE 2014-2020). Il progetto sarà presentato giovedì 10 maggio, alle ore 18, presso l’aula consiliare Vincenzo Indelli, nell’ambito dell’incontro dal titolo “Aumentare l’occupazione femminile, conciliare tempi lavorativi e familiari”, alla presenza dell’assessore regionale Chiara Marciani.
Gli accordi territoriali di genere sono stati promossi dalla Regione Campania per sostenere l’occupabilità femminile attraverso strumenti di politica attiva del lavoro e di conciliazione tra tempi di vita e di lavoro. Anche a Oliveto Citra e nell’area dell’Alto e Medio Sele le esigenze della vita quotidiana possono divenire un peso per le donne lavoratrici o in cerca di occupazione. Il progetto Wo.M.En. punta perciò a rinforzare l’intreccio tra politiche attive del lavoro e welfare locale, con l’obiettivo di migliorare le condizioni lavorative delle donne occupate e favorire l’inserimento lavorativo di donne disoccupate e inoccupate. In particolare, il progetto si rivolge a donne lavoratrici o in cerca di lavoro (ma anche agli uomini se monogenitori), alle aziende locali, a lavoratrici, dirigenti e responsabili del presidio ospedaliero di Oliveto Citra.
Tante le donne olivetane coinvolte in azioni concrete di conciliazione vita-lavoro; più di 3.000 i buoni gratuiti per l’accesso ai servizi di ludoteca per la prima infanzia; 7 laboratori innovativi e 184 ore di formazione per accrescere le competenze delle donne in cerca di lavoro; 2 “Concilia point”, luoghi aperti e accoglienti che aiutano le donne a conciliare vita e lavoro; una banca dati aziende family friendly; l’avvio di una “Banca delle ore”: i numeri del progetto sono davvero significativi.
“Grazie all’azione di stimolo e alle risorse messe a disposizione dalla Regione Campania, il Comune di Oliveto Citra è oggi in grado di aggiungere un nuovo tassello al welfare comunale – afferma Mino Pignata, sindaco di Oliveto Citra – Con Wo.m.en. viene infatti messo a disposizione della comunità uno strumento in grado di supportare concretamente l’occupabilità femminile, favorendo la conciliazione fra tempi lavorativi e familiari. L’Accordo territoriale di genere riguarda Oliveto Citra: a beneficiarne sono infatti le donne olivetane e strutture e servizi previsti dalle attività di progetto sono localizzati esclusivamente sul territorio comunale. Eppure – sottolinea – la presenza nel partenariato di progetto del Piano sociale di Zona S3 riesce a offrire al tutto un respiro comprensoriale, garantendo integrazione sistemica fra ciò che verrà realizzato a Oliveto e i processi di programmazione territoriale del welfare. A nome dell’intera amministrazione comunale – conclude Pignata – non mi resta che ringraziare la Regione Campania, il Piano Sociale di Zona S3, la Fondazione San Francesco d’Assisi e Conform-Consulenza Formazione e Management S.c.a.r.l. e tutte le persone che, a vario titolo, sono e saranno impegnate nelle fasi attuative di Wo.m.en.”.
Il progetto sarà presentato giovedì 10 maggio, alle 18, nell’aula consiliare Vincenzo Indelli. Con il sindaco Pignata e l’assessore alla Formazione e alle Pari opportunità della Regione Campania Chiara Marciani, all’incontro prenderanno parte: Fortunata Caragliano, dirigente Politiche sociali e socio-sanitarie della Regione Campania; Giovanni Russo dirigente del Piano sociale di Zona S3; Alfonso Santaniello, direttore Conform Scarl; Antonio Giordano, direttore generale ASL Salerno; Vincenzo Maraio, consigliere regionale della Campania.