Oltre 500 vini per Vitigno Italia Premiate a Napoli 48 etichette

39

Dal Nero d’Avola al Franciacorta, dal Passito di Pantelleria al Gewurztraminer, passando per il Trebbiano d’Abruzzo, il Primitivo di Manduria, l’Aglianico del Vulture e quello del Taburno, la Falanghina, il Nero di Troia, il Falerno del Massico, Il Vermentino e il Taurasi: sono 48 i vini che saranno premiati in serata, a Napoli, all’undicesima edizione di Vitigno Italia, rassegna dei vini e dei vitigni italiani, Il concorso enologico, che si svolge nell’ambito della rassegna, premia la qualità delle produzioni enologiche nazionali. La commissione ha valutato circa 500 vini e distillati prodotti in aree nazionali da qualunque vitigno, autoctono o alloctono tra quelli presentati dalle circa 150 aziende che partecipano alla rassegna napoletana. I vini sono stati divisi in vini bianchi tranquilli, rossi tranquilli, rosati tranquilli, spumanti metodo classico, spumanti metodo charmat, dolci e liquorosi. Sono state assegnate Medaglie d’Argento, d’Oro, Gran Medaglia d’Oro e tre Premi Speciali, tra cui il Premio Speciale per il Territorio e il Premio Speciale Giovani per le aziende che contribuiscono con il proprio lavoro alla valorizzazione del territorio e alle aziende che annoverano nella propria compagine giovani under 30 che si distinguono per impegno, ricerca o innovazione. Il Gran Premio Vitignoitalia assegnato al vino che ha ottenuto il miglior punteggio assoluto è andato quest’anno al Laus Vitae Montepulciano d’Abruzzo 2009 di Citra Vini.