Omicidio Nicolina, il mistero della pistola

34

Foggia, 22 set. (Adnkronos) – Proseguono le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Foggia tese a ricostruire il modo in cui Antonio Di Paola, con precedenti, si sia procurato la pistola semiautomatica calibro 22 con la quale l’altro ieri a Ischitella ha sparato alla 15enne Nicolina Pacini, morta ieri mattina in ospedale e che poco dopo ha utilizzato per uccidersi nelle campagne di contrada ‘Callone’. La vittima era la figlia più grande della sua ex compagna. Gli inquirenti ritengono che si sia procurato la pistola poco prima dell’omicidio.

Le perquisizioni che erano state fatte a suo carico in precedenza si erano concluse senza trovare armi. Intanto si svolgerà nel pomeriggio, nell’istituto di medicina legale degli Ospedali Riuniti di Foggia, l’autopsia sul corpo della ragazza, subito dopo il conferimento dell’incarico da parte del pm.