Omofobia, Gasparri: “Ddl Zan? Più importante di un norma costituzionale, apre al fluido e al tuttX”

26

Roma, 21 mag. (Adnkronos) – “Il tema del Ddl Zan è accompagnato da una grande mistificazione. Sembra un referendum tra chi è contro la violenza e chi la tollera. E’ invece un tentativo di categorizzazione giuridica della liquidità, di ciò che è percepito. Ma la percezione può essere strumentale. E’ un’autocertificazione. Chi la giudica?'”. Ne parla con l’Adnkronos durante la Marcia per la Vita, svoltasi a Roma, ai Fori Imperiali, il senatore Maurizio Gasparri, componente del Comitato di presidenza di Forza Italia, che sottolinea: “Sulla lotta alle violenze siamo tutti concordi, tanto che noi del centrodestra abbiamo presentato una proposta. Ma questa liquidità, questa rivoluzione antropologica, contenuta nell’articolo 1, non è accettabile perché crea un mutamento fondamentale dell’assetto sociale”. “Vorrebbero non discutere il ddl al Senato e votarla a scatola chiusa – riferisce – Ma noi rivendichiamo il diritto a dibatterne perché questa legge è più importante di una norma della Costituzione”.