Pnrr, dal Mims 607 milioni a 21 progetti volti a ridurre le perdite di acqua potabile

40

Il ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims) ha assegnato, nell’ambito del Pnrr, 607 milioni di euro a 21 progetti volti a ridurre le perdite di acqua potabile nella rete degli acquedotti. I progetti finanziati – si legge in una nota Mims – consentiranno di “attrezzare entro il 31 dicembre 2024 circa 27.500 chilometri di condotte ad uso potabile con strumentazioni e sistemi di controllo innovativi per la localizzazione e la riduzione delle perdite, favorendo una gestione ottimale della risorsa idrica, riducendo gli sprechi e limitando le inefficienze, migliorando allo stesso tempo la qualità del servizio erogato ai cittadini”. Entro il 31 marzo 2026 “si prevede di estendere tali interventi ad ulteriori 41.700 chilometri di condotte. Undici interventi ammessi al finanziamento interessano le regioni del Nord e Centro (per complessivi 342 milioni di euro) e dieci quelle del Sud (per 265 milioni), nel rispetto della disposizione di legge che riserva almeno il 40% degli investimenti al Mezzogiorno”. Ulteriori 293 milioni di euro saranno assegnati “al termine della seconda finestra temporale del bando che si chiuderà il prossimo ottobre, per consentire la partecipazione anche agli ambiti territoriali che hanno nel frattempo individuato il gestore del Servizio idrico integrato (ad esempio, il Molise, la Calabria, parte della Campania e della Sicilia)”.