Open Fiber, fibra ultraveloce in 30 mila case a Giugliano

315

Accordo tra Open Fiber ed il comune di Giugliano per portare la fibra ultraveloce nel comune. La societa’ guidata dall’amministratore delegato Elisabetta Ripa investirà nella città 9,5 milioni di euro per il cablaggio di circa 30mila unita’ immobiliari. Complessivamente una rete di fibra ottica estesa per 190 chilometri avvolgerà i quartieri della citta’ dal centro alle periferie. A firmare l’intesa il sindaco Antonio Poziello e il regional manager Campania-Basilicata di Open Fiber Gianfranco Guerrera, insieme a Vincenzo Fabaro, Affari istituzionali dell’azienda, e ai field manager di Open Fiber e referenti dei lavori in citta’ Luigi Di Leva e Antonio Della Rocca. “Oggi stiamo creando le precondizioni per trasformare Giugliano in una Smart City. A cominciare da uno degli elementi che ci sta piu’ a cuore, cioe’ il telecontrollo e quindi la sicurezza urbana, al momento difficilmente realizzabile senza un serio supporto tecnologico. Questo investimento – sottolinea il primo cittadino Antonio Poziello – assume quindi un carattere strategico per la citta’, capace di dare una forte spinta alla crescita sociale ed economica di Giugliano attraverso la creazione di nuove opportunita’ per i cittadini, le imprese e la stessa pubblica amministrazione”. Concluse le fasi autorizzative preliminari, i lavori potranno prendere il via e terminare entro 18 mesi dall’avvio dei cantieri. Sui 190 chilometri d’infrastruttura progettati, ben 134 saranno realizzati attraverso il riuso di reti gia’ presenti in citta’. “A Giugliano sta per essere realizzata un’infrastruttura di telecomunicazioni senza precedenti. Una rete integralmente in fibra ottica – evidenzia il regional manager di Open Fiber Gianfranco Guerrera – permette infatti di abilitare servizi a prova di futuro che vanno a beneficio dell’intera collettivita’, offrendo inoltre nuove opportunita’ a chi vorra’ mettersi alla prova e investire sul territorio: la telemedicina, il telelavoro, l’educazione a distanza, l’Industria 4.0, la videosorveglianza ad altissima definizione, la domotica, l’Internet of Things sono solo alcuni degli esempi possibili”.