OpenartAward al “Grenoble” con il console De Roziers

54
In foto Laurent Burin Des Roziers, console di Francia a Napoli

Diplomazia, comunicazione e impresa; tre variabili di una stessa equazione che alcuni Istituti Linguistici coniugano al fine di promulgare un modo molto sinergico di fare cultura: Sabato 10 novembre alle ore 17 all’istituto francese Grenoble la settima edizione dell’OpenartAward, la manifestazione nazionale dedicata a tutte le aziende italiane ed europee, del settore comunicazione e marketing. Anche quest’anno e’ stata  l’attrice Kiara Tomaselli a condurre la serata, inaugurata dal cantautore Fabio Serino, con un omaggio a Pino Daniele, e dallo showman Diego Sanchez. Ideato e organizzato da Openart (istituto che da diciannove anni svolge a Napoli corsi di comunicazione e grafica pubblicitaria), OpenartAward sottolineano gli organizzatori Federico Donatelli e Mariella Fittipaldi è “l’unico premio in Italia nel settore ad avere una valenza istituzionale, in cui si invitano le agenzie ad iscrivere i propri artworks accompagnati da schede che ne descrivono tecniche e realizzazioni. A giudicare i lavori sono gli studenti di grafica e comunicazione visiva.    Negli anni il premio ha ottenuto i patrocini di Commissione Europea, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Campania, Comune di Napoli, Camera di Commercio, AssoCom e UniCom, ed è stato insignito dalla medaglia del Presidente della Repubblica nel 2014.     Partner dell’edizione 2018 sono Centro Stampa Therapoint, NapoliFilmFestival, ArtistiInVetrina, Cartiere Fedrigoni, Cinemaitaliano.info, IVO digital provider, Planet Stand Creation, LaBuonaTavola Magazine, Be Different. “ Un ringraziamento speciale – concludono i promotori – è riservato all’Istituto francese Grenoble di Napoli e al console di Francia a Napoli, Laurent Burin Des Roziers, per la disponibilità ad accogliere la cerimonia di premiazione, e l’allestimento dell’esposizione di tutti i lavori dei finalisti”. OpenartAward nasce come premio alla pubblicità, autentico “pretesto” per evidenziare quanto l’enorme potenzialità del settore della comunicazione possa essere traino commerciale per l’economia, ed è rivolto a tutte le aziende italiane che si occupano di comunicazione. L’anno scorso fu un grande successo e gli organizzatori lo sottolinearono con grande scrupolo “Indire un premio alla pubblicità – sottolineano gli organizzatori Federico Donatelli e Mariella Fittipaldi – in cui s’invitano le agenzie ad iscrivere i propri artworks con i testi che ne descrivessero tecniche e percorsi realizzativi, e sottoporre ai nostri studenti questi lavori per valutarne l’efficacia comunicativa, grafica, estetica e realizzativa, è stata l’idea vincente che ha reso in pochi anni il premio OpenartAward un punto di riferimento nel panorama delle manifestazioni nazionali, dedicate alla comunicazione pubblicitaria”. L’aspetto rilevante e unico del concorso è la giuria, interamente costituita da studenti dei corsi di grafica e comunicazione visiva, che realizza, così, un ponte concreto tra il mondo della formazione scolastica e quello del lavoro. Gli allievi hanno la possibilità di confrontarsi con il lavoro dei professionisti, i quali, al tempo stesso, possono testare la propria creatività comunicativa su un campione molto particolare e attento alle evoluzioni delle tendenze della grafica, qual è, appunto, quello degli allievi dei corsi di grafica. OpenartAward rappresenta, dunque, un momento di promozione e di crescita per i partecipanti al concorso, per questo si è deciso di estendere al massimo l’onore del premio. Per ognuna delle tredici categorie (composte di una short list di otto candidati) sono previste tre targhe (oro, argento e bronzo). Vengono, inoltre, assegnati, premi “speciali” messi a disposizione dagli sponsor, tra i quali il premio speciale “NapoliFilmFestival”, il premio speciale “Radio Punto Nuovo”, il premio speciale “Cinemaitaliano.info”, il premio speciale Unicom, il premio speciale Assocom. OpenartAward si arricchisce di una sezione che assegna, fuori concorso, un premio speciale a un’agenzia o ad una persona che si è particolarmente contraddistinta nel settore della grafica e della comunicazione. L’anno scorso il premio fu assegnato a Francesco Filippini, ex allievo OpenArt che ha già ottenuto diversi riconoscimenti internazionali. La partecipazione a OpenartAward, offre, in ogni caso, un’esposizione mediatica aziendale, un’ulteriore promozione indiretta del prodotto soggetto della pubblicità con cui si partecipa e, i lavori premiati vengono pubblicati in uno speciale catalogo. Sono previsti, durante la manifestazione, incontri e iniziative collaterali indipendenti dal premio, per offrire maggiore esposizione alle agenzie, migliorare il contatto tra gli studenti e le aziende, e favorire sinergie tra le agenzie di comunicazione, ampliando il mercato dell’intero comparto.