Opere pubbliche e quartieri Investimenti per 30 milioni

50

Stiamo facendo ancora una volta uno sforzo enorme, con una gestione spartana, tedesca del bilancio riuscendo ad investire quasi trenta milioni di euro Stiamo facendo ancora una volta uno sforzo enorme, con una gestione spartana, tedesca del bilancio riuscendo ad investire quasi trenta milioni di euro in opere di manutenzione stradale, di riqualificazione dei quartieri, ma anche in opere rilevanti”. Lo ha detto, questa mattina, il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca nel corso della conferenza stampa a Palazzo di Città sulle opere in programma e quelle ultimate a Salerno. ”Queste opere – spiega De Luca – ci consentiranno di migliorare la vita nella città, ma anche di creare lavoro. La nostra ossessione principale è, appunto, creare lavoro, economia, e aprire cantieri, in un momento in cui sembra che tutto si sia fermato. Per quanto ci riguarda non ci sono opere incompiute, a parte il Palazzetto dello sport perché è fallita l’impresa, mentre attendiamo 26 milioni di euro dal Cipe per concludere la Cittadella”. Cinquantuno le opere in corso o ultimate, come l’ampliamento delle piste ciclabili, il primo lotto viale Porta Est (strada PIP Nautica), il ripristino del palmeto sul Lungomare Trieste con palme che resistono agli agenti patogeni, la ristrutturazione prima delle Luci d’Artista, dei bagni pubblici su via Lungomare Trieste e Villa Comunale, il sistema di sorveglianza esterna e interna delle stazioni Metro (”irresponsabile la Regione Campania per aver chiuso la Metro. E’ necessario – aggiunge De Luca – che si intensifichino le corse, soprattutto mattutine. Danno enorme per i pendolari”). Tra gli interventi anche la riqualificazione dell’asilo nido e attiguo giardino al rione Petrosino. ”Siamo – aggiunge il sindaco – una delle prime cinque città italiane per rete di asili, di gran lunga la prima realtà del Mezzogiorno. Il nostro obiettivo è di diventare la prima città italiana per rete di asili”.