Ordine degli architetti di Napoli, i giovani professionisti incontrano i big della progettazione

106
in foto Pio Crispino

Nuovo appuntamento con “Call Iou – Interior, urban, design”, il progetto del Dipartimento politiche giovanili e professionisti junior dell’Ordine degli architetti di Napoli che si propone di creare nuove opportunità di lavoro e visibilità per architetti e designer under 35. Il terzo e ultimo evento, promosso nell’ambito della rassegna nata per favorire l’incontro tra i giovani professionisti e alcuni tra i più prestigiosi esponenti del settore, è in programma giovedì 3 dicembre, alle ore 17,30, quando si svolgerà il webinar “Resilienza Urbana”. Protagonista Alessandro Melis di Heliopolis 21 architetti associati da Portsmouth (Regno Unito) che affronterà il tema dell’ambiente e delle città intelligenti, divenuto ancora più importante durante la pandemia Covid-19. Ai lavori, moderati dalla giornalista di Interni Magazine Patrizia Catalano, parteciperanno: Pio Crispino, presidente onorario ordine degli architetti di Napoli e Provincia, Alessandra Clemente, assessore politiche giovanili Comune di Napoli, Raffaele Marrone, presidente Confapi, Vittorio Ciotola, presidente Giovani Industriali di Napoli, Emanuele Nicoletti, area manager Finder, Aniello Tirelli, consigliere ordine degli architetti di Napoli e Provincia. La lectio magistralis di Melis, curata e organizzata dalla rivista interni magazine, media partner di call iou, sarà preceduta dalla presentazione – attraverso videointerviste curate dalla designer Giovanna Talocci – dei 14 giovani professionisti e dei loro lavori. Le clip sono state realizzate in aree metropolitane, presso aziende del settore. Quelle relative alla macro categoria Urban, invece, in luoghi aperti al pubblico, piazze e luoghi fortemente aggregativi, con la presenza di addetti ai lavori ma anche di appassionati e curiosi, per portare il progetto di architettura fuori dagli spazi normalmente deputati ad esso.
I ragazzi selezionati sono: Maura Caturano, Daniele Apice, Valentina Solano, Andrea Piccolo, Giuseppe Raimondo, Concetta Tavoletta, Marianna Bove, Roberto Bianco, Salvatore Di Sarno, Annamaria Giugliano, Vincenzo Maria Metafora, Marcella Pane, Antonio Di Maro e Bruna Sigillo. Call Iou nasce con l’obiettivo di offrire visibilità ai giovani e alla loro creatività, aprendo un confronto diretto sulle innovazioni in tema di qualità architettonica contemporanea tra gli under 35 e i principali interlocutori del progetto: architetti e designer, istituzioni, stakeholder ed esperti di comunicazione. Attraverso il dialogo e lo scambio di vedute, infatti, potrebbero nascere sinergie capaci di tradursi in opportunità lavorative e di collaborazione con alcuni tra i più prestigiosi studi internazionali. Ad aprire il ciclo di eventi che compongono Call Iou, lo scorso ottobre, è stato “Abitare reloaded”, con la partecipazione di Luca Nichetto di Nichetto Studio da Stoccolma. Il secondo appuntamento, invece, si è tenuto il 12 novembre con la lectio Living in outdoor, a cura di Enrico Fratesi di Gam Fratesi da Copenaghen. Il Progetto “Call Iou” ha i patrocini istituzionali di Unione Industriali Napoli Sezione Giovani, Acen, Ance, Comune di Napoli Assessorato Politiche Giovanili, Confapi Napoli e partner come Spazio 121, GiDa Arredamenti, Finder.