Ordine Ingegneri di Napoli, sì al bilancio. Nuova sede a Palazzo Partanna

76
In foto Palazzo Partanna, ospiterà la nuova sede dell'Ordine degli Ingegneri

L’assemblea dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Napoli, riunita nella Basilica di San Giovanni Maggiore, ha approvato il bilancio consuntivo 2017 e il preventivo 2018, dopo le relazioni del presidente del consiglio dell’Ordine Edoardo Cosenza, del consigliere segretario Andrea Prota, del consigliere tesoriere Giovanni Esposito e un dibattito con gli iscritti. Nella sua relazione il presidente Cosenza ha illustrato le scelte che il consiglio sta adottando per la gestione dell’Ordine, La riscossione della quota annuale – è stato ribadito – sarà affidata da gennaio 2019 all’Agenzia delle entrate per ridurre il fenomeno delle morosità: l’Ordine disporrà quindi di maggiori risorse finanziarie da destinare anzitutto alla riduzione della stessa quota annuale. Sarà inoltre possibile l’erogazione di nuovi servizi agli iscritti, per l’orientamento dei giovani colleghi e il rafforzamento di relazioni con istituzioni nazionali e internazionali, allo scopo di sviluppare nuove opportunità di lavoro. La relazione del presidente ha anche trattato il tema della nuova sede dell’Ordine in cui il consiglio ha deliberato di trasferirsi entro l’anno. Ha specificato che è in scadenza l’attuale contratto di fitto della sede in via del Chiostro. “Intensi sono stati i tentativi con la proprietà per verificare la possibilità di un rinnovo con fitto congruo che consentisse anche di tener conto della ingente mole di lavori ormai indifferibile presso i locali di Via del Chiostro 9, ormai fatiscenti e inadeguati sotto molto punti di vista”, è stato detto. “La nuova sede sarà presso lo storico Palazzo Partanna in Piazza dei Martiri, al civico 58; essa – è stato ricordato – è raggiungibile da tutti i punti della città con modalità analoghe all’attuale sede, è servita da numerose linee di trasporto pubblico su gomma e su ferro (linea 1 e linea 2 della Metropolitana, Funicolare Centrale, Funicolare di Chiaia e – tra breve – linea 6 della Metro), inoltre – ha aggiunto Cosenza – saranno stipulate convenzioni con i numerosi parcheggi della zona, per cui l’accesso sara’ agevole anche nei periodi in cui dovesse essere attivata la ZTL”. Il trasferimento degli uffici dell’Ordine degli ingegneri di Napoli – riporta una nota – rientra nel quadro delle azioni che il consiglio sta portando avanti per garantire agli iscritti, “oltre alle funzioni istituzionali, anche la disponibilita’ di uno spazio dove gli ingegneri possano ritrovarsi, confrontarsi, scambiarsi informazioni utili alla loro attività”. Le relazioni hanno anche evidenziato l’intenso lavoro che viene svolto dalle Commissioni dell’Ordine, “da cui provengono al consiglio – sottolinea la nota – stimoli e suggerimenti per attività formative ed altre iniziative nell’interesse degli iscritti”. In questo ambito, sono anche state citate le Commissioni Speciali che sono state istituite su temi molto attuali e con mission a breve termine. Il presidente ed il consigliere segretario hanno ricordato che si è recentemente insediato il Consiglio di Disciplina a cui sono stati rivolti i ringraziamenti per l’impegno teso a tutelare l’etica della professione ed a supportare l’Ordine nelle azioni di rientro della morosità. La parte finale degli interventi che hanno preceduto la discussione del bilancio e’ stata dedicata alla formazione continua: “ancora nell’ultimo anno forte e’ stato l’impegno dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli per favorire numerosi eventi formativi, gratuiti o a costo molto contenuti, con forti sconti destinati agli ingegneri piu’ giovani ed organizzati sia a Napoli che in diverse sedi della Provincia”, è stato sottolineato.