Ospedale del Mare, prima apertura
Inaugurato oggi il poliambulatorio

29

Apre in anticipo sul cronoprogramma il poliambulatorio dell’Ospedale del Mare, centro sanitario che, una volta a regime servirà un bacino d’utenza di circa 700mila persone. Per il piano di riassetto, la Apre in anticipo sul cronoprogramma il poliambulatorio dell’Ospedale del Mare, centro sanitario che, una volta a regime servirà un bacino d’utenza di circa 700mila persone. Per il piano di riassetto, la cittadella sanitaria di Ponticelli, periferia est di Napoli, una volta consegnati i lavori anche dell’ospedale, ingloberà altri 4 nosocomi: gli Incurabili, l’Ascalesi, il San Gennaro e il Loreto Mare. Quattordici al momento le visite che potranno essere effettuate all’interno della struttura. Nato da un progetto risalente a un accordo di prgoramma 1997-2003, la procedura di gara per i lavori viene avviata nel 2003 e, come ha ricostruito il commissario ad acta per la sua realizzazione, Ciro Verdoliva, poco dopo l’avvio deii lavori, si aprì un contenzioso che rappresentò un primo stop alla costruzione della struttura sanitaria. “Giugno e luglio del 2009 furono mesi caldissimi – dice Verdoliva – Poi, con il piano di riassetto ospedaliero del 2010 è iniziata l’azione di approfondimento, sinergica e condivisa per vedere realizzato l’ospedale“. Un progetto rimasto però al palo perché non c’era più la copertura economica per realizzalo. Il riavvio è datato 2012 quando furono recuperati 180 milioni a valere sul Fsc 2007-2012. La conclusione definitiva dell’opera è pevsita per il prossimo autunno, mentre il collaudo definitivo è previsto per gennaio 2016. La spesa complessiva del’opera è di 365 milioni e 402mila euro, compresi i 55 milionni riconosciuti per i contenzioni e altri 24 milioni per le apparecchiature biomedicali. I antieri aperti impegnano quotidianamente circa 350 lavoratori. L’Ospedale del Mare – secondo quanto spiegato – rappresenta un modello innovativo di edilizia sanitaria che si ispira a un modello di alto contenuto tecnologico e assistenziale, elaborato dall’architetto renzo Piano. La nuova struttura, che soge su una superficie complessiva di 145.800metri quadri, ha 500 posti letto, 16 sale operatorie, 6 sale endoscopiche, 4 sale parto. La cittadella sanitaria ha inoltre un albergo con 200 posti letto che può ospitare i familiari dei ricoverati. Il piano di realizzazione dell’Ospedale del mare, i cui lavori sono affidati al Gruppo Astaldi, prevede una concessione della durata di 29 anni (4 anni per la fase di costruzione e 25 anni per quella di gestione), e comprende la progettazione definitiva ed esecutiva, la costruzione e la gestione dei servizi no-core della nuova struttura sanitaria.