Ospedale Rummo, mancano gli anestesisti: dal 7 giugno stop agli interventi

1464

Non ci sono anestesisti e non sarà più possibile effettuare interventi chirurgici, se non in urgenza. Dal 7 giugno prossimo le sale operatorie dell’ospedale Rummo di Benevento funzioneranno a singhiozzo e solo per i ricoveri da pronto soccorso. E’ già da tempo che la carenza di organico nell’ospedale sannita condiziona fortemente il funzionamento dei vari reparti e il personale del servizio anestesiologico è già ridotto all’osso, ma per l’estate si prevede un’ulteriore riduzione dell’organico per nuovi pensionamenti che non saranno rimpiazzati. La vicenda provoca anche l’intervento della senatrice di Forza Italia Sandra Lonardo, che già due mesi fa ha convocato i sindaci del distretto di Montesarchio per discutere del riordino degli ospedali beneventani, con l’accorpamento del plesso di Sant’Agata de’ Goti all’azienda ospedaliera Rummo di Benevento, e un mese fa ha inviato una lettera al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, chiedendo chiarimenti sul futuro della sanita’ nella provincia di Benevento. Lonardo invita nuovamente il presidente De Luca e il direttore generale dell’azienda ospedaliera Renato Pizzuti a dare delle risposte. “Non hanno inteso dar conto alla gente – dice – delle mie perplessità e neppure alle richieste ufficiali, nè privatamente nèpubblicamente. Per cui per l’ennesima volta chiedo se il piano ospedaliero sia stato approvato dai ministeri competenti”.