Ospedali, Lorenzin a Napoli: l’obiettivo in Campania è migliorare la qualità dell’assistenza

222
“La Campania è una regione che va sostenuta nella trasformazione dei suoi percorsi di qualità per portare migliori servizi ai suoi cittadini con una qualità maggiore dei suoi Livelli essenziali di assistenza. Stiamo ancora guardando, ci sono operazioni che non danno risultati immediatamente, stiamo pesando i dati sia qualitativi che quantitativi”. sottolinea il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, a margine del convegno nazionale dei medici delle direzioni ospedaliere e delle associazioni regionali di distretto Anmdo-Card in corso a Napoli. “Lo abbiamo detto sempre in questi anni – prosegue – l’obiettivo prioritario della Campania deve essere quello di aumentare i Livelli essenziali di assistenza, gli indici, e risolvere alcuni problemi cronici, in primis quello del rapporto tra territorio e ospedale, quindi un potenziamento della medicina territoriale, un decongestionamento dei pronti soccorso in modo da garantire un accesso alle terapie per tutti e a tutti i livelli”.
Tra le priorità per contrastare il fenomeno delle violenze sui medici il ministro della Salute indica il recupero del rispetto per le istituzioni sanitarie e strutture sanitarie più sicure. “Le violenze a danno dei medici negli ospedali – sottolinea – non riguardano soltanto la Campania ma anche altre regioni, penso alla Sicilia e ai fatti incredibili e drammatici avvenuti negli ultimi giorni. Ci sono due aspetti: uno è quello del recupero del rispetto per le istituzioni, in primis quella sanitaria, dove ci sono persone che lavorano per altre persone che sono i medici e gli operatori sanitari. Dall’altra parte – ha concluso – c’è la necessità di rendere sicuri i presidi sanitari e gli ospedali per i lavoratori e per i pazienti. Bisogna infine recuperare un rapporto di fiducia tra i pazienti e il medico”.