Osservatorio American Express: Napoli guida la classifica degli acquisti “fashion”

68

Firenze e Napoli guidano la crescita degli acquisti fashion nel 2016, grazie anche all’apporto dei giovani tra i 18 e i 35 anni. È quanto emerge dall’Osservatorio Il settore dell’abbigliamento in Italia nel 2016 di American Express[1], che evidenzia una crescita del 3% dello shopping dei Titolari di Carta in negozi di abbigliamento, spendendo mediamente 270 euro ad ogni acquisto.
In testa alle località italiane per aumenti di spesa una città del Centro-Italia, Firenze, e una del Sud, Napoli, che registrano un tasso di crescita del 7% nel primo caso e del 5% nel secondo, seguite da due città del Nord, Milano e Torino (+3% ciascuna) e da Roma (+2%). Dopo la riconferma dell’anno scorso, infatti, i capoluoghi di Toscana e Campania sono riusciti nell’impresa di togliere il primo posto alla città meneghina.
Un sostegno evidente alla crescita degli acquisti arriva dalle fasce d’età più giovani che registrano incrementi a doppia cifra nelle diverse tipologie di negozio: sempre sopra il 40% tra i 18-25 anni e sopra il 10% tra i 26-35 anni. Tra le loro categorie preferite spiccano in particolare lusso accessibile (+52%) e Department Stores (Centri Commerciali, +99%).
“La moda italiana, sinonimo di qualità ed eccellenza nel mondo, costituisce un fattore di successo e una spinta agli acquisti, capace di attrarre e soddisfare tutte le tipologie di clientela, nazionale ed internazionale– commenta Piotr Pogorzelski, Vice President & General Manager Global Merchant Services di American Express Italia. “Dall’Osservatorio sul settore dell’abbigliamento in Italia nel 2016, emerge tra i nostri clienti la spinta alla crescita degli acquisti portata dalle fasce d’età più giovani che iniziano anch’esse a distinguersi per qualità della spesa e della scelta”.
Oltre ai Department Stores (+11%), l’incremento degli acquisti dei capi d’abbigliamento avviene soprattutto nel settore lusso e lusso accessibile (+2% per entrambi). Queste tre tipologie di punti vendita sono anche le preferite dai Titolari di Carta che spendono maggiormente, registrando il tasso di fidelizzazione più elevato (rispettivamente 94, 68 e 47%).
I negozi di abbigliamento casual di ampia diffusione (High Street) vengono visitati da oltre la metà dei Titolari di Carta American Express (52%), seguiti dalle tipologie Premium Retail (lusso accessibile, 24%), dai Department Stores (14%) e dal Luxury (11%). Mentre il giorno della settimana che registra il tasso di crescita maggiore nel 2016 è il venerdì.
Emerge, infine, l’attitudine di spesa dei clienti American Express, da sempre amanti del mondo della moda e del fashion, ad effettuare acquisti di capi d’abbigliamento nella città propria di residenza, in una forbice compresa tra il 58% e il 76%. Ma è molta anche l’affezione dei Titolari di Carta dimostrata verso il proprio marchio di abbigliamento preferito, considerando che sono 4 quelli in cui hanno effettuato acquisti nel corso dell’anno.
American Express grazie alla sua conoscenza del mercato e al rapporto consolidato con i suoi partner commerciali, è in grado di fornire informazioni strategiche, come le caratteristiche di spesa o l’importo medio delle transazioni, che costituiscono un elemento importante per le aziende per la definizione e la gestione dei piani di business.