Ottaviano, ore 16: esplosione nello stabilimento di Adler Plastic. Un morto

292
in foto la colonna di fumo dopo l'esplosione verificatasi all'interno dello stabilimento di Adler Plastic

Una persona è morta e due sono rimaste ferite nell’esplosione verificatasi a Ottaviano, poco prima delle ore 16, all’interno della fabbrica Adler Plastic,l’azienda leader mondiale nel settore della produzione e lavorazione di materie plastiche per l’industria automobilistica. Alcuni dipendenti, usciti indenni dalla fabbrica, ipotizzano che ad esplodere sia stata una bombola di gas. Sul posto sono giunti carabinieri, polizia, guardia di finanza, vigili del fuoco e diverse ambulanze. Tra i primi ad accorrere anche il sindaco di Ottaviano Luca Capasso. Secondo quanto si è appreso l’incendio dovrebbe essere sotto controllo ma la colonna di fumo nero (alle ore 18, ndr) è ancora ben visibile da molti comuni del Napoletano, anche se leggermente attutita.
Fondato nel 1956 da Achille Scudieri, il gruppo oggi è guidato dal figlio Paolo (presidente e azionista di controllo) ed è presente in 23 Paesi, con 64 stabilimenti produttivi. Adler si è affermata sul mercato mondiale grazie a un’intensa attività di ricerca e a un programma di investimenti e acquisizioni che ha permesso al gruppo di raggiungere “una presenza globale e un fatturato di 1,5 miliardi di euro con oltre 15.000 dipendenti tra Europa, Asia e Americhe”; ed è fornitore dei principali produttori mondiali nei settori dell’automotive e dell’aeronautica tra cui Ferrari, Porsche, Audi, Rolls-Royce, Agusta, Boeing, Bombardier.