Packaging in ‘vetro’ amico del mare per 3 europei su 4

19

Roma, 7 giu. (AdnKronos) – Tre europei su quattro considerano il vetro l’imballaggio più ‘amico’ del mare. Lo rivela una recente indagine condotta dalla community di Friends of Glass a proposito di un materiale ‘eco-friendly’ riciclabile al 100% e composto completamente da sostanze naturali come sabbia, calcare o vetro riciclato. E con buone performance a livello di differenziata e riciclo: in Italia la raccolta è da record con l’83% e il riciclo tocca il 72,8%.

Alla vigilia della Giornata Mondiale degli Oceani, il World Oceans Day che si celebra l’8 giugno, Friends of Glass lancia la campagna ‘Endless Ocean’, sostenuta in Italia da Assovetro, l’Associazione Nazionale degli Industriali del Vetro, che ha sottoscritto una partnership con Legambiente per la lotta al marine litter.

“L’ambiente è stato sempre una delle priorità dell’industria del vetro – spiega Marco Ravasi, presidente della Sezione contenitori in vetro di Assovetro – e, grazie all’alto tasso di riciclo raggiunto, abbiamo diminuito i consumi di energia, le emissioni di CO2 e il prelievo di materie prime, sempre più scarse. Dal momento poi che il vetro è inerte, anche se un contenitore fatto di questo materiale dovesse finire in mare, non verrebbe rilasciata alcuna sostanza pericolosa, né ci sarebbe una trasformazione del vetro in micro-particelle che potrebbero contaminare la catena alimentare o inquinare i mari”.

Secondo una recente indagine condotta dalla community di Friends of Glass, tre europei su quattro considerano il vetro come la scelta di imballaggio più ‘amica’ del mare. Il 72% di essi ora ritiene che il proprio impatto sui mari sia una priorità nel proprio stile di vita, a cominciare dai prodotti che compra e dai rispettivi imballaggi.

Il 78% degli europei ha registrato un cambiamento nel proprio comportamento, affermando di prestare una maggiore attenzione alle proprie decisioni quotidiane a favore dell’impatto ambientale. Sempre il 78% degli europei, inoltre, classificherebbe il vetro ai primi posti in una personale classifica di imballaggi per cibi e bevande.

In Italia, Assovetro ha sottoscritto una partnership con Legambiente per il progetto Vele Spiegate che si pone l’obiettivo di monitorare i rifiuti che si trovano sulle spiagge e sensibilizzare i più giovani sul tema del marine litter e sull’importanza di adottare uno stile di vita più sostenibile.

“Vele spiegate – spiega Serena Carpentieri, vicedirettrice nazionale di Legambiente – è un progetto innovativo di citizen science che coniuga l’amore per il mare e l’esperienza in barca a vela. Valorizzazione e tutela dell’ambiente, contrasto al marine litter, ma anche integrazione sociale e condivisione sono i temi che accompagneranno il viaggio di Vele Spiegate 2018 che coinvolgerà i più giovani in diverse attività durante la navigazione e sulla terraferma, come ad esempio la pulizia delle spiagge e il monitoraggio beach litter (rifiuti spiaggiati) sui litorali”.