Padiglione Italia per Dubai 2020, come partecipare al concorso di progettazione: incontro a Napoli

53

Iniziato giovedì 8 novembre al Teatro Petruzzelli di Bari arriva a Napoli il roadshow nazionale di presentazione del Concorso di progettazione del Padiglione Italia: il padiglione che dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021 rappresenterà il nostro Paese alla prossima esposizione Universale.

Il ciclo di sei incontri (organizzato dal Commissariato italiano per Expo Dubai) che dopo Milano approda a Roma (mercoledì 14 novembre), Firenze e Napoli (giovedì 15 novembre) si propone di illustrare ad architetti, scenografi, designer e ingegneri interessati le modalità di partecipazione e di presentazione dei progetti da far pervenire entro il 17 dicembre.

Il concorso è indetto da Invitalia, l’Agenzia per lo Sviluppo, per conto del Commissariato generale per la partecipazione italiana all’Expo 2020. Tutte le procedure sono sottoposte alle verifiche in via preventiva della legittimità degli atti da parte dell’Anac, l’Autorità Nazionale Anticorruzione e i progetti di fattibilità tecnica ed economica saranno valutati da una Commissione di elevato standing nazionale e internazionale.

L’obiettivo degli organizzatori è dare massima comunicazione delle modalità di partecipazione, al fine di dar vita ad un Padiglione all’avanguardia sotto il profilo innovativo ed estetico, fortemente attrattivo, ed espressione di abilità e competenze dell’Italia contemporanea.

Il valore del bando è di 2.738.000 euro, sommando il premio di 290.000 euro complessivamente riconosciuto ai primi tre classificati e quello stimato, al netto dell’Iva, per i successivi incarichi di progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, che potranno essere affidati successivamente. Il valore complessivo del concorso è suscettibile di incremento fino all’importo di 3.806.600 euro, nell’ipotesi di aumento del valore dell’opera da progettare.

Il Padiglione Italia sarà collocato tra le aree tematiche “Opportunità” e “Sostenibilità” nel sito di Expo 2020 Dubai in posizione strategica dal punto di vista dei flussi di visitatori: sorgerà su un lotto di 3.420 mq e intercetterà il traffico di pubblico in uscita dal Padiglione degli Emirati Arabi Uniti (distante 250 metri) e in transito verso il North Park, uno dei principali spazi verdi e meeting point di tutta l’area espositiva di Expo Dubai e destinata ad ospitare grandi eventi e manifestazioni pubbliche.

Il progetto prevede un afflusso di oltre 28 mila visitatori al giorno nel padiglione italiano, oltre 5 milioni nei sei mesi dell’evento.

La prossimità al parco, oltre a rappresentare un forte vantaggio in termini di attrattività, garantirà anche un’eccellente visione del padiglione, in quanto non vi saranno strutture che ne ostacoleranno la visuale frontale e laterale. Il Padiglione dell’Italia si troverà, inoltre, vicino a quelli di Germania, India, Arabia Saudita, Giappone e Stati Uniti.

Oltre alla componente emozionale e visiva il padiglione dovrà esprimerne un’altra ugualmente importante: l’innovazione. Gli elementi innovativi e digitali dovranno porsi come amplificatori dell’esperienza e stabilire un dialogo formale e strutturale con l’architettura che li ospita. Tutto ciò sempre con la massima attenzione al tema della sostenibilità dei materiali costruttivi e dell’impiantistica.

Tutte le informazioni sono disponibili su https://gareappalti.invitalia.it e su http://italiaexpo2020dubai.it/bandi-e-gare/