Paestum, ripresi tre scavi nell’area archeologica

21

Il 10 settembre sono ripresi gli scavi a Paestum dove ci sono ben 3 cantieri in corso: all’Athenaion (Universita’ di Salerno), all’Agora (Fondazione Paestum) e alla Casa arcaica (Universita’ degli Studi dell’Orientale di Napoli). Tre cantieri distinti che chiuderanno alla fine del mese con l’obiettivo, come sempre, di far avanzare le conoscenze topografiche e architettoniche sulla citta’. Il cantiere dell’Athenaion, diretto da Fausto Longo e coordinato sul campo da Marialuigia Rizzo, ha lo scopo di indagare la parte meridionale del santuario li’ dove negli anni ’20 e ’30 fu trovata la cosiddetta “stipe del santuario” con migliaia di oggetti ceramici, terrecotte e metalli. Dallo studio degli oggetti in bronzo, in particolare le armi (scudi, elmi, lance, giavellotti ecc. oggi in mostra al Museo Archeologico nella mostra ‘Le armi di Athena’; qui maggiori informazioni sulla mostra http://www.museopaestum.beniculturali.it/le-armi-di-athena-il-santuario-settentrionale-di-paestum/ ), e dal tentativo di ricostruire il contesto di provenienza – e quindi la storia piu’ antica del santuario – nasce il progetto di intervento nel santuario, ormai 90 anni dopo lo scavo diretto da Maiuri.