Paestum, via al Festival dell’essere: l’apertura della II edizione è nel segno di Dante

142
in foto Vincenzo Pepe

Organizzata dal Gal Cilento Regeneratio in collaborazione con la Fondazione Giambattista Vico e patrocinata dal Comune di Capaccio Paestum, il Parco Archeologico di Paestum e Velia, il Comune di Perdifumo e il Comune di Roccadaspide è stata inaugurata la seconda edizione de “I fiori del male Festival dell’essere”. Ad aprire la rassegna, dopo i saluti istituzionali, la mostra di pittura “Nera: Dante e la dimensione musicale”, dell’artista Nera D’Auto, che comprende un’opera, tratta dal quinto canto della Divina Commedia, che rappresenta un’iconografia inedita di Paolo e Francesca; presentata al progetto Cantica 21 indetto dal Mibact. La serata ha riscosso grande successo in termini di consenso e di pubblico, che si è alternato nel rispetto delle normative anti-covid 19. A completare la serata la Lectura Dantis del direttore Claudio Aprea e la musica della chitarra di una giovane musicista del Liceo scientifico Alfonso gatto di Agropoli. L’onorevole Alfonso Andria esprime il plauso per un’iniziativa capace di coinvolgere attori di comprovata professionalità e che operano sul territorio da anni, diffondendo cultura e creando sviluppo.
Mauro Inverso, presidente del Gal Cilento Regeneratio, evidenzia il valore culturale degli eventi e si sofferma sulle risorse del Cilento, quindi anche sull’opportunità di valorizzarle con una giusta comunicazione.
Vincenzo Pepe, presidente onorario della Fondazione Giambattista Vico, sottolinea he ”la rassegna è dedicata al Sommo Poeta, al suo viaggio alla scoperta di un’umanità complessa, che considera l’essere in tutte le sue forme. La filosofia permea questo festival che si svolge in un luogo che vanta i più grandi pensatori mai esistiti, da Parmenide a Zenone, continuando con Giambattista Vico, per citarne solo alcuni. La referente della rassegna, Daniela Di Bartolomeo-vicepresidente del Gal Cilento Regeneratio, si dice “davvero entusiasta: le attività di animazione procedono con grande fervore culturale, nonostante il difficile momento dovuto alla pandemia”. “La collaborazione tra gli enti ci consente di perseguire obiettivi di alto profilo e di coinvolgere un pubblico eterogeneo e interessato – continua poi, presentando i prossimi eventi in calendario -: oggi, venerdì 23 luglio, si svolgerà, alle ore 20,30, presso la prestigiosa sede di Palazzo de’ Vargas a Vatolla, “La pace e l’ordine mondiale in Dante”, una conferenza che coinvolgerà docenti della prestigiosa università Lumsa, quali, Rocco Pezzimenti, filosofo; Gennaro Colangelo, direttore artistico di eventi culturali; Vincenzo Pepe, filosofo; Emmanuel Casaburi, voce recitante. Il prossimo 26 luglio a Paestum, nella meravigliosa Piazzetta della Basilica, sarà presentato il libro del magistrato Nicola Graziano, “Viaggio di solo andata. Appunti per un’idea di Cilento”, una pubblicazione che testimonia l’amore dell’autore per il Cilento. Nella prefazione Vincenzo Pepe afferma: “Questo libro è un atto di amore verso una terra che ti cattura e non ti lascia più per l’eternità. Ancora numerosi appuntamenti si svolgeranno durante tutta l’estate”.