Palazzo Firrao, arte e teatro si fondono in Pezzi da Museo. Creazione scenica di Silvia Ajelli

51
in foto Simona Marchini e Silvia Ajelli

Arte e teatro si fondono per diventare altro in Pezzi da Museo, originale creazione scenica dedicata alle protagoniste femminili nell’arte, ideata e diretta da Silvia Ajelli, che chiuderà, martedì 20 luglio 2021 alle ore 21.00, Teatro di Cortile 2021 a Palazzo Firrao Napoli, rassegna ideata e organizzata dal Teatro Pubblico Campano che quest’anno, s’inserisce nella programmazione de “La Campania è Teatro, Danza e Musica”.
In Pezzi da Museo, con Silvia Ajelli, Federica D’amore, Eletta del Castillo, Aurora Falcone, Gaia Insenga e la partecipazione di Simona Marchini, l’arte si racconta e prende vita grazie a cinque donne, protagoniste di altrettante opere d’arte, che per una sera escono dalle opere in cui sono rappresentate per raccontarci la loro storia.
Sono donne realmente esistite, che hanno avuto un nome, una vita e un legame molto stretto con l’artista che le ha raffigurate. A queste donne viene restituita la parola, immaginando che possano finalmente dire la loro sugli artisti, cui sono legate dalle opere d’arte che le hanno rese immortali, ma che anche grazie a loro sono diventate tali.
A parlare sono Marguerite Matisse (in Ritratto di Marguerite di Henry Matisse), Costanza Bonarelli (in Medusa di Gian Lorenzo Bernini), Madame Cézanne (in Ritratto di Madame Cézanne sulla poltrona rossa di Paul Cézanne), Simonetta Vespucci (in Nascita di Venere di Sandro Botticelli), Jo Hopper (in Summertime di Edward Hopper).
In queste cinque storie, a introdurci e congedarci da esse con un’ultima storia, quella della bambola che Kokoschka si fece confezionare a somiglianza dell’amata Alma Mahler, sarà Simona Marchini, attrice e amante dell’arte.
“Molte sono le storie – sottolinea Silvia Ajelli – che in generale stanno all’origine delle opere d’arte, molte quelle legate agli artisti che le hanno create, e molte anche quelle che possiamo scorgere da spettatori guardando un’opera. Le storie che raccontiamo in Pezzi da Museo vanno alla ricerca di quel segreto che rende un’opera d’arte qualcosa di più che un pezzo da museo. Perché forse le opere d’arte contengono qualcosa d’invisibile oltre al visibile, quel qualcosa di cui, guardando sentiamo la presenza, che ci colpisce, ci parla, ce ne fa scorgere la grandezza, ma a cui non sappiamo dare un nome.”.
La performance nata per essere realizzata nei musei in forma itinerante, sarà installata in pianta centrale nel Cortile di Palazzo Firrao, con l’intervento di videoproiezioni.
Per maggiori informazioni su Teatro di Cortile 2021 sono attivi il numero 3405813551 (dal lunedì al venerdì, ore 10.00/19.00) e l’indirizzo email info@teatrofirrao.it. I biglietti sono disponibili online sul sito www.teatrofirrao.it e su www.vivaticket.com