Palestinese ucciso a Gaza, ancora scontri

17

Gaza, 8 dic. (AdnKronos/Dpa) – Un palestinese di 30 anni è stato ucciso da soldati israeliani a Gaza, ha reso noto Ashraf al-Qedra, portavoce del ministero della sanità della Striscia. Decine di persone sono rimaste ferite, anche da proiettili.

Scontri sono scoppiati a Gerusalemme e in altre città della Cisgiordania tra manifestanti palestinesi e la polizia israeliana dopo le preghiere del venerdì. A Betlemme, per protestare contro la decisione americana di riconoscere la Città Santa come capitale di Israele, giovani con il volto mascherato hanno dato fuoco a copertoni di ruote ed hanno lanciato pietre contro i soldati, che hanno risposto lanciando lacrimogeni.

Altre manifestazioni, alle quali hanno partecipato centinaia di persone, si sono tenute a Ramallah ed Hebron, dove sono state lanciate pietre contro i soldati israeliani.

Al grido di ‘Gerusalemme è araba’, ‘Unità araba contro l’attacco sionista’, centinaia di persone sono scese in piazza oggi al Cairo, davanti alla moschea di al-Azhar, al termine della preghiera del venerdì. “Siamo tutti contro questa decisione – ha scandito Mohamed Mehana, consigliere del grande imam di al-Azhar – Questa decisione ha dimostrato quanto sia incapace la comunità internazionale. Non ci potrà ma essere un’ambasciata a Gerusalemme, che sia degli Stati Uniti o di qualsiasi altro Paese”.