Pamela, nigeriani sotto torchio

16

Macerata, 9 feb. (AdnKronos) – In relazione alla morte di Pamela Mastropietro, “sono in corso e si protrarranno per l’intera giornata audizioni e chiarimenti di più soggetti di nazionalità nigeriana”. Lo precisa la procura di Macerata in una nota in cui sottolinea che “non sono stati effettuati fermi”.

Gli esami autoptici effettuati ieri per la seconda volta sul corpo della ragazza non hanno chiarito le cause della morte. ”I primi esiti espletati dalla consulenza medico-legale non hanno consentito di acquisire risultati altamente significativi sul piano probatorio – ha spiegato ieri all’Adnkronos il procuratore di Macerata Giovanni Giorgio – Questo perché i resti del cadavere sono totalmente privi di liquidi organici. Conseguentemente sono necessari ulteriori accertamenti tossicologici e istologici”.