Paolo Ascierto, medico del Pascale, primo oncologo d’Italia secondo Expertscape

2649
In foto Paolo Ascierto

Primo in Italia su 4000 specialisti, secondo in Europa su 25mila, quarto nel mondo su 65mila esperti: secondo l’agenzia internazionale Expertscape per la cura del melanoma nessuno è più bravo di Paolo Ascierto, oncologo del Pascale di Napoli. Per la società che valuta medici e ospedali in base a pubblicazioni e ricerche effettuate in tutto il mondo, l’Istituto dei tumori di NAPOLI si piazza ai primissimi posti anche per i vaccini terapeutici antitumori con Luigi Buonaguro al primo posto in Italia, ventesimo in Europa (ma su circa 4100 esperti) e Franco Buonaguro al terzo posto (33esimo a livello europeo). Ottavo posto in Italia, sempre per i vaccini, anche per un’altra ricercatrice del più grande polo oncologico del Mezzogiorno: Maria Tornesello. Non solo: il Pascale si piazza al quinto posto mondiale per le patologie molecolari con Nicola Normanno. Poco sotto il podio d’onore in Italia per le neoplasie del polmone a piccole cellule con un quinto posto di Alessandro Morabito; piazzamento per Sandro Pignata, quarto per il carcinoma dell’ovaio, 22.esimo in Europa su circa 18 mila esperti. E ancora, undicesimo posto italiano per Antonio Avallone, nelle neoplasie del retto; tredicesimo posto per Gaetano Facchini nei tumori urologici. “Questi dati, e lo dico con grande orgoglio – commenta il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi – mostrano il ruolo preminente del nostro Istituto non solo in oncologia in generale, ma soprattutto nelle strategie più innovative dell’oncologia medica rappresentate dall’immunoterapia”.